Si è riunito alla Presidenza della Regione il tavolo tecnico per la bonifica delle aree di Crotone

Regione CalabriaSu iniziativa della Regione Calabria, si è svolta a Catanzaro, presso la sede della Presidenza, una riunione tecnica dedicata alla bonifica del territorio di Crotone. All’incontro hanno preso parte i rappresentanti dell’Eni, della Syndial e Ionica Gas, ricevuti dalla vice Presidente Antonella Stasi e dall’Assessore all’ambiente Francesco Pugliano. Nutrita anche la rappresentanza istituzionale, erano presenti, infatti, il Presidente della Provincia Zurlo, il Sindaco di Crotone Vallone e in rappresentanza della Prefettura Mecucci. Hanno partecipato, inoltre, i rappresentanti di Confindustria di Crotone, Dino Romano (Presidente), Michele Lucente (vice Presidente) e Daniela Ruperti (Direttore), nonché i rappresentanti sindacali di Cgil, Cisl e Uil. Nel corso della riunione – informa una nota dell’Ufficio Stampa della Giunta – si è fatto il punto sullo stato degli interventi di bonifica ambientale per il territorio crotonese, analizzando inoltre le prossime fasi da effettuare. Nello specifico si tratta di interventi che riguardano alcune demolizioni di manufatti da effettuare seguendo un crono programma che su pressione delle istituzioni locali ha subito un’accelerazione importante. Il primo step si concluderà, come previsto entro gennaio 2011, per il secondo intervento, che prevede un investimento di circa 6 milioni di euro, è già stata avviata la gara d’appalto. Per il terzo step è già avviata la fase della progettazione. “E’ stato trattato come primo argomento – ha dichiarato la vice Presidente Antonella Stasi – la notizia relativa ad un ipotetico testo di transazione tra il Ministero dell’Ambiente e l’Eni, sul quale la Regione aveva già avuto delle rassicurazioni dallo stesso dicastero. L’argomento resta attuale, in quanto è già previsto da una legge nazionale del 2009 e che pertanto dovrà far parte di un percorso condiviso tra Enti locali, Ministero ed Eni. Questo oggi è stato chiarito dalla stessa  Eni. A tal proposito siamo rimasti soddisfatti circa le rassicurazioni di Syndial sui tempi e nei modi dei lavori di bonifica, che proseguiranno per come stabilito, senza rischio di blocchi e con grande accelerazione. Nell’agenda della Regione – ha concluso la vice Presidente Stasi – è presente la necessità di prefigurare per le aree interessaste alla bonifica, l’individuazione di una destinazione di uso e interventi di sviluppo per la riqualificazione di quei siti. C’è un lavoro intenso che si sta facendo negli ultimi mesi e che proseguirà nelle prossime settimane, con novità importanti”. “Esprimo soddisfazione per l’esito della riunione del tavolo tecnico- ha dichiarato l’assessore all’ambiente Pugliano – riguardo l’avvio anticipato del secondo lotto di bonifica e rispetto alla disponibilità ottenuta da parte della Syndial ed Eni, per il coinvolgimento nelle attività di bonifica delle imprese del territorio crotonese e dei lavoratori ex Pertusola, nonché l’impegno assunto da Jonica Gas ad istituire la sede legale della società nella città di Crotone. Tali risultati – ha proseguito Pugliano – confermano che il peso contrattuale delle istituzioni regionali, della Provincia e del Comune di Crotone è cresciuto per la presenza  al tavolo di due rappresentanti della Giunta regionale, appartenenti al territorio crotonese. E’ evidente che si avviata con le istituzioni locali una nuova stagione di concertazione  e condivisioni delle azioni da sostenere e difendere. Allo stesso modo tali azioni hanno spinto Syndial ed Eni per accelerare i tempi sulle attività di bonifica, la tutela della salute e per il recupero delle aree a nuove opportunità di sviluppo sostenibile”. Nel corso del tavolo tecnico si è inoltre parlato del rinnovo della convenzione tra la Jonica Gas e il Comune di Crotone. Le parti si rivedranno successivamente nei primi giorni di gennaio a Crotone per  definire ulteriori aspetti dei lavori in corso.

 

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano