Certi vizi non si perdono mai!

Lo sapevo, ci risiamo. E io che quest’anno avevo cercato di prevenire, invece che ridurmi poi a dover curare! Ma voi italiani no, non ne volete sapere. Che è successo? Con chi ce l’ho, direte voi? Con voi, miei cari, che vi fate sempre riconoscere … Nel galateo delle feste, quando abbiamo parlato dei regali, tra le varie raccomandazioni, ce n’era una molto importante, vediamo se ve la ricordate. Vi aiuto: il riciclaggio. Il bon ton dice che qualunque dono si riceve, si accetta e si conserva, anche se non piace. E invece voi non mi avete dato proprio retta e avete fatto di testa vostra. Come lo so? Facile cari. A parte che vi ho promesso che finirete tutti a breve sulla mia nuova rubrica “la Metropolitana” e quindi i miei archivi sono strapieni, lo so perché un buon giornalista deve sempre essere informato su tutto quello che gli succede intorno. Sempre. E ho per l’appunto scoperto, grazie all’amica Ansa, che sono oltre 4 milioni gli italiani pronti a rivendere on line i regali natalizi non graditi. Lo ha rivelato un’indagine commissionata a Tns International da eBay, precisando pure che è una tendenza in crescita. Qualche dato in più. Se nel 2006, dopo tre giorni dallo scambio dei doni, le inserzioni su eBay erano meno di 2mila, nel 2007 sono passate a 4 mila, a 6mila nel 2008 e a 8mila nel 2009. Inoltre quest’anno l’operazione di riciclo ha già coinvolto 8400 regali, soprattutto capi di abbigliamento e prodotti hi – tech. Ancora le feste non sono passate e voi non avete resistito. Sicuramente sarete più uomini che donne ad esservi fatti conquistare dal “soldo riciclato”, ma c’è una buona dose di rimprovero anche per il sesso forte … Sempre l’Ansa ci fa sapere che sono oltre un milione le italiane che si metteranno a dieta dopo le feste. In previsione dei brindisi e degli eccessi a tavola nel cenone di fine anno, scatta già da ora il pentimento. Si cerca di correre ai ripari, tra i 35 e i 44 anni in particolare, pianificando una dieta fai da te, nel 40% dei casi consultando riviste, navigando su internet o seguendo i consigli delle amiche, ma non il dietologo. Ma perché ogni anno fate così? Non dico che vi dovete abbuffare, arraffare dalla credenza e dal frigo tutto ciò che è commestibile, ma non toglietevi i piaceri della tavola, rilassatevi davanti ad un piatto di tortellini, assaporate le pietanze speciali delle feste. Magari mettetevi anche voi ai fornelli per prepararli e staccate la spina al cervello. Non siate ossessionate dalla linea, soprattutto se avete un uomo che vi adora così come siete, magre o un po’ cicciotte, e che adora anche la buona cucina e la considera uno dei piaceri della vita. E’ importante andare d’accordo a tavola e soprattutto si capisce molto della personalità altrui, guardando cosa e come si mangia, con gusto o con quell’espressione di quella che « non vedo l’ora di finire, si, buono però lo mangio solo perché costretta, perché da domani, cascasse il mondo, pinzimonio e barrette dietetiche»!  Donne, non li fate scappare questi uomini, già di veri in giro ce ne sono così pochi! Ascoltate la zia Cri: non andate domani ad acquistare la verdura per il pinzimonio di cui sopra, ma se proprio volete spendere un po’ di euro, compratevi qualcosa di elegante e anche un po’ sexy per capodanno e la dieta lasciatela stare. Ci risentiamo con l’anno nuovo. Auguri a tutte! E a tutti, sennò poi chi li sente …

M. Cristina Scullino

Recommended For You

About the Author: Cristina Scullino