Totti fuori, la Roma perde, il Napoli travolge la Juventus e sogna. Solo un punto per il Milan

Nella diciannovesima giornata le reti realizzate sono davvero tante. Iniziamo dall’anticipo delle dodici e trenta tra Sampdoria e Roma, dove passano in vantaggio i giallorossi con un gran destro di Vucinic e si fanno rimontare da Pozzi, su calcio di rigore, e dall’ex Guberti.

Il Parma è travolto in casa dall’ottimo Cagliari di Donadoni. Parte alla grande Acquafresca che segna una doppietta; è Giovinco ad accorciare le distanze inutilmente.

Due capolavori i gol del Brescia ai danni della Fiorentina, che si rifarà alla grande nella fase finale ribaltando il risultato. La prima invenzione porta la firma di Diamanti, la seconda di Cordova su calcio di punizione. Gilardino, Santana e Ljaicic fanno viola i tre punti.

Una partita impressionante quella tra Milan e Udinese, ben otto gol complessivi. Partono bene i bianconeri portandosi in vantaggio con Di Natale che da un metro non sbaglia. Risponde Pato per i rossoneri ma l’Udinese non molla e con Sanchez si riporta in vantaggio, consolidando dopo pochi minuti il risultato con la doppietta di Di Natale. Il Milan sembra ormai spacciato ma ci pensa Benatia con un autogol a riaprire il match. Entra Cassano e si stravolge la partita grazie ai suoi preziosissimi assist, uno su Pato e l’altro su Ibrahimovic. La quarta rete dell’Udinese la realizza Denis.

Il Bologna vince al San Nicola di Bari. I ragazzi di Ventura sono travolti dalle reti di Ekdal e capitan di Vaio che portando a casa i tre punti, rendendo sempre più difficile la lotta salvezza del Bari.

Il Lecce compie l’impresa all’olimpico battendo una delle squadre più in forma del campionato, la Lazio di Reja. La squadra giallorossa passa in vantaggio grazie all’autogol di Muslera. Ristabilisce il pari il capitano Stefano Mauri ma Grossmuller regala la vittoria fuori casa a mister De Canio.

L’Inter trema di fronte a un Catania che lotta su tutti i palloni e crea tante occasioni da gol. Si porta in vantaggio grazie a un gran tiro dalla distanza ravvicinata di Gomez, ma ci pensa super Cambiasso prima di piede e poi di testa a regalare la seconda vittoria consecutiva a Leonardo, che recupera due punti preziosi sulla rivale, un tempo sua, squadra rossonera. Solo due match a quota zero gol nella diciannovesima giornata: Chievo – Palermo e Cesena – Genoa entrambi terminati in pareggio.

Il Napoli di Walter Mazzarri è secondo da solo, grazie alla grande partita disputata da tutta la squadra e in particolare dalla punta di diamante, Cavani, che con la sua tripletta ha steso il popolo bianconero. Questa squadra ha grosse potenzialità e con un minimo d’impegno in più, nel mantenere positiva la striscia di risultati utili consecutivi, può sognare la Champions League senza timore. Assente la squadra di Del Neri che nonostante il grosso peso in avanti con Toni e Amauri dal primo minuto non riesce a creare grossi problemi a De Sanctis. Niente gioco niente risultati positivi.

Giuseppe Foti

Recommended For You

About the Author: Giuseppe Foti