La tutela del territorio per le prevenzione del rischio idrogeologico

“La tutela del territorio per le prevenzione del rischio idrogeologico è un investimento importante per il futuro della Calabria”. Lo ha detto recentemente il presidente della Regione, Giuseppe Scopelliti, intervenendo qualche settimana fa a Catanzaro alla presentazione del Servizio di monitoraggio e sorveglianza idraulica gestito dall’Afor per il quale sono stati stabilizzati trecento operai forestali. “Crediamo molto nel vostro lavoro – ha detto Scopelliti rivolgendosi agli operai che sono stati stabilizzati – perché il territorio calabrese è fortemente a rischio e serve dunque un’attenta opera di controllo e di prevenzione. Su queste problematiche c’é un impegno concreto della Giunta regionale e un lavoro di squadra che coinvolge, in modo particolare, gli assessori alla Forestazione ed ai Lavori pubblici, Pino Gentile e Michele Trematerra”. Secondo Scopelliti “é importante che per il raggiungimento del risultato, che è quello di superare l’emergenza del dissesto idrogeologico, si lavori tutti insieme e che, al contempo, ognuno faccia la sua parte”. L’assessore Gentile ha sottolineato “l’importanza dell’iniziativa perché dopo dieci anni i 300 lavoratori ex Why not che saranno stabilizzati hanno trovato un punto certo di riferimento e, soprattutto, non perderanno il lavoro. Ho già istituto i presidi idraulico-forestali che devono servire a prevenire i rischi del dissesto idrogeologico, con un utilizzo produttivo di questi lavoratori”. Il Commissario liquidatore dell’Afor, Pierluigi Mancuso, ha detto che “l’affidamento all’azienda del servizio di sorveglianza idraulica ben s’inquadra nel processo di riconversione della nostra struttura. Riteniamo possibile sin da subito l’utilizzo del personale forestale dell’Afor per interventi lungo il demanio fluviale in presenza di micro discariche abusive o per la manutenzione di arginature e di opere fluviali, utilizzando tecniche di ingegneria naturalistica ed operando nei territori più vulnerabili e di maggiore pregio ambientale come i parchi e le aree protette”.

Giuseppe Dattola

Recommended For You

About the Author: Giuseppe Dattola