Informatica in comunità: reintegrazione delle persone in condizioni di disagio

Parte in Calabria “Informatica in comunità”, il progetto che prevede corsi di formazione realizzati in collaborazione tra il Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza (Cnca), Fondazione Adecco e Microsoft per la formazione e reintegrazione delle persone in condizioni di disagio. Quest’anno la portata della collaborazione si è ingrandita notevolmente tanto che in Calabria verranno coinvolti 480 ospiti in totale, saranno realizzati 30 moduli e saranno toccate 6 sedi in tutta la regione. I docenti sono risorse interne alle strutture del Cnca, formate da Microsoft con corsi specifici, in modo da creare competenze all’interno delle strutture di accoglienza e rendere il modello facilmente esportabile e replicabile in altre sedi. I partecipanti al progetto, che nel 62% dei casi l’anno scorso avevano meno di 39 anni e sono ospiti delle strutture residenziali, hanno potuto apprendere in modo semplice e diretto come usare il pc, dai primi rudimenti fino ai programmi di videoscrittura e ai fogli di calcolo, alla navigazione in Internet e all’utilizzo della posta elettronica. “La missione del nostro Coordinamento, attivo in tutti i settori del disagio e dell’emarginazione – commenta Marina Galati, Presidente del Cnca Calabria – è di promuovere il benessere sociale. Il progetto Informatica in Comunità, nonostante l’attuale crisi del mercato del lavoro, riteniamo possa essere una grande opportunità per tutti i nostri ospiti; i corsi sono un modo per acquisire competenze e scoprire le risorse offerte dalla tecnologia in modo consapevole e utile, per un più efficace reinserimento nei diversi contesti sociali e lavorativi”. “Questo progetto è in linea con gli obiettivi della nostra Fondazione – conclude Claudio Soldà, Segretario Generale della Fondazione Adecco per le Pari Opportunità – che ha come scopo proprio l’istruzione e l’educazione al lavoro. I progetti promossi, infatti, si rivolgono a gruppi di persone che incontrano difficoltà nella ricerca di un’occupazione”. Per Carlo Iantorno, direttore responsabilità Sociale e Innovazione di Microsoft Italia, l’informatica in “comunità rientra all’interno dell’iniziativa Microsoft Unlimited Potential, che riunisce i programmi Microsoft che hanno l’obiettivo di contribuire alla riduzione del digital divide e alla creazione di un ambiente favorevole allo sviluppo delle potenzialità di ogni singola persona”.

Nadia Fotia

Recommended For You

About the Author: Nadia Fotia