Festival di Cannes, presentazione per cinema e l’audiovisivo della Fondazione Calabria Film Commission

Prestigiosa presentazione al Festival di Cannes per la Fondazione Calabria Film Commission per il cinema e l’audiovisivo. Lo scorso 20 maggio infatti, presso lo spazio Cinecittà Anica, in occasione della kermesse francese è stato ufficializzato il Programma di produzione e sviluppo cineaudiovisivo 2011/2012. Il Presidente Gianluca Curti, alla presenza di numerosi produttori e giornalisti italiani e stranieri, ha reso note le prospettive progettuali della Fondazione: “La nostra volontà è dare risposte alle aspettative del territorio – ha precisato – consentendo una visibilità globale, anche e soprattutto al di là dei confini regionali. La Calabria già solo per le proprie bellezze morfologiche ha in sé la vocazione al cinema”. “Tra i nostri obiettivi anche la precisa intenzione di puntare su talenti autoctoni” aggiunge il Presidente della Fondazione che ha così colto l’occasione per ufficializzare la scelta di cofinanziamento di tre film. Si tratta di “Il Sud è niente” per la regia di Fabio Mollo, filmmaker selezionato dal Festival di Cannes per la sezione “L’atelier 2011”. L’altro film che sarà cofinanziato dalla Fondazione è “Miracoli & co” per la regia di Giovanni Cacioppo, prodotto da Mariagrazia Cucinotta. Una commedia diretta quindi, dal cabarettista e attore conterraneo dell’attrice molto apprezzata all’estero, già produttrice del film corale All the invisible children diretto da registi quali Kusturica, Lee, Ridley Scott e  John Woo. “Ferramonti. Il campo nella palude” è il terzo film che godrà del cofinanziamento della Fondazione. Per la regia di Salvatore Lo Piano, la pellicola racconterà la storia del più grande campo di concentramento per ebrei e stranieri costruito in Italia dopo le leggi razziali, e dove vissero, tra il 1940 ed il 1943, più di duemila persone. In occasione dell’ufficializzazione del programma, il Presidente Gianluca Curti ha precisato che sotto l’egida della Fondazione Calabria Film Commission per il cinema e l’audiovisivo, si muoveranno, all’interno di una sorta di “federazione”, le manifestazioni calabresi di maggior spessore, dedicate alla settima arte ormai già ben consolidate. Si tratta del Magna Grecia Film Fest di Soverato diretto da Gianvito Casadonte, della kermesse cosentina diretta da Alessandro Russo “La primavera del cinema italiano”, il “Reggio Calabria Film festival” diretto da Bruno Di Marino e ,in corso di approfondimento,il Tropea Film festival diretto da Bruno Cimino,. “Per ogni provincia calabrese la federazione affiancherà i direttori dei Festival,mettendo la propria competenza e testimonianza a loro disposizione, avvalendosi anche del coordinamento della Fondazione Calabria Film Commission” spiega il Presidente Curti. L’intento è dare la massima risonanza mediatica alla regione Calabria, offrendo una proficua ricaduta  turistica, rivolgendo uno sguardo anche oltreoceano. In sintesi, la parola d’ordine è: comunicare, comunicare e dare visibilità delle cose fatte.Infatti venerdì scorso al tavolo dei lavori a cui erano presenti anche l’avvocato Luciano Sovena amministratore delegato di Cinecittà Luce, il dottor Paolo Del Brocco amministratore delegato di Rai Cinema, la produttrice americana del film premio Oscar 2010 “The Hurt Locker”(6 Oscar vinti), attualmente impegnata nella ricerca dei luoghi in cui verrà girato il prossimo lungometraggio con Robert Redford. “Nei prossimi mesi –rivela il Presidente – verrà in Calabria per fare dei sopralluoghi, proprio alla ricerca della location di questo nuovo film”. “Raccogliamo il testimone dalla precedente gestione della Fondazione, con la precisa intenzione di far conoscere i futuri progetti” conclude Gianluca Curti, ponendo l’accento sull’importanza della comunicazione. Cita quindi, tre onorevoli casi di cofinanziamento della Calabria Film Commission quali Corpo Celeste, opera prima di Alice Rohrwacher,presente a Cannes 2011, il campione di incassi Qualunquemente di Antonio Albanese ,presente al festival di Berlino 2011 e di Michelangelo Frammartino Le quattro volte, film vincitore del prestigioso Europa Cinemas Label al Festival di Cannes 2010. “Guardando al futuro stiamo vagliando la possibilità di impegnarci nella costruzione di un cineporto in prossimità di Lamezia Terme – conclude il Presidente Curti – Abbiamo già individuato delle aree dismesse che possono ospitare questo progetto”.

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano