Ponte sullo Stretto di Messina. Aperte le selezioni per i tirocini formativi - Ilmetropolitano.it

Ponte sullo Stretto di Messina. Aperte le selezioni per i tirocini formativi

Sono aperte le selezioni per i tirocini formativi, nell’ambito della realizzazione del Ponte sullo Stretto di Messina, che riguardano i laureandi delle Università di Messina e Reggio Calabria. I tirocini sono previsti dal Protocollo per la formazione, la ricerca, il trasferimento tecnologico, l’erogazione di servizi e prestazioni strumentali alla realizzazione del ponte sullo Stretto di Messina, firmato dalla Stretto di Messina con le Università ed i soggetti coinvolti nella realizzazione dell’Opera. In particolare i tirocini, tra i mesi di giugno e novembre di quest’anno, prevedono un percorso formativo di 4 mesi per 6 laureandi (tre per ciascuna Università). Si svolgeranno presso la Stretto di Messina, il Contraente generale Eurolink, il Project Management Consultant Parsons, il Monitore ambientale Fenice ed Anas, ognuno per le proprie competenze, sia nelle rispettive sedi che direttamente presso i cantieri dove operano le società. Per quanto riguarda i ponti sospesi a grande luce é previsto uno stage presso gli uffici Statunitensi (NYC) del Project Management Consultant Parsons. Soddisfazione è stata espressa dai Rettori dell’Università di Messina, Francesco Tomasello, e dell’ ìUniversità degli studi Mediterranei di Reggio Calabria, Massimo Giovannini. “I bandi pubblicati per la selezione di laureandi delle Università di Messina e Reggio Calabria – spiega l’amministratore delegato della Stretto di Messina, Pietro Ciucci – sono un primo passo di un programma più esteso che testimonia l’effettiva volontà di fare del ponte una grande occasione di sviluppo per il territorio, non solo per i noti aspetti legati alle ricadute economiche ma anche per ampliare il patrimonio delle conoscenze. In tale quadro i tirocini si propongono di consentire la maturazione di competenze e conoscenze volte ad agevolare la crescita produttiva delle due Regioni coinvolte”.

Recommended For You

About the Author: Giuseppe Dattola