Gioia Tauro, sequestrate 10t di sigarette di contrabbando

Dieci tonnellate di sigarette di contrabbando provenienti dagli Emirati Arabi sono stati sequestrate dalla guardia di finanza e dai funzionari dell’Agenzia delle Dogane nel porto di Gioia Tauro. Il carico era in un container sbarcato dalla nave mercantile Maersk Sydney. L’operazione, condotta sotto il coordinamento della Procura di Palmi, rientra nell’attività di monitoraggio dei traffici illeciti provenienti dal Medio Oriente. Dopo una serie di incroci documentali e controlli eseguiti su numerosi container in transito nel porto di Gioia Tauro, la finanza e l’Agenzia delle dogane hanno individuato della merce occultata in un carico imbarcato a Jabel Ali (Emirati Arabi) e dichiarato in transito per Bengasi (Libia). All’apertura del container sono saltati fuori oltre mille cartoni di materiale, per un totale di 50 mila stecche di sigarette di marca “Tradition”. Il carico, destinato al mercato straniero, avrebbe fruttato, con la vendita al dettaglio, circa 2,5 milioni di euro di guadagni illegali. Con quello odierno i sequestri di tabacchi di contrabbando effettuati da finanzieri e doganieri nel porto di Gioia Tauro nel 2011 ammontano a circa 20 tonnellate, mentre il totale complessivo di sigarette contraffatte e/o in contrabbando rinvenute nello scalo, dal 1 gennaio 2009 ad oggi supera le 140 tonnellate.

Recommended For You

About the Author: Giuseppe Dattola