Ripepi sbanca Latina: Il due volte iridato scooter vince il penultimo round laziale dell’Italiano a ruote basse - Ilmetropolitano.it

Ripepi sbanca Latina: Il due volte iridato scooter vince il penultimo round laziale dell’Italiano a ruote basse

Un altro bel distillato di classe e velocità istintiva.Rocco Ripepi detto”O’Animal 33”, che l’olimpo del pianeta con gli scooter se lo era preso due volte, nel 2005 e 2006,mentre il massimo palcoscosenico tricolore lo aveva messo a bilancio nella splendida annata 2006, solo tre anni fa sembrava un pilota che alla soglia dei 30 anni non aveva più colpi in canna da sparare al cuore dei rivali. Ma l’orgoglio del campionissimo che è stato e il talento che non era appassito da campionati ad impegno ridotto, hanno innescato una volta ancora il ragazzo di Reggio Calabria, che ha messo in canna due stagioni a fondo scala del contagiri. Latina,25 settembre,penultimo atto della serie tricolore scooter: Ripepi con  due secondi posti perentori, vince l’appuntamento laziale per somma di punteggi.Ma soprattutto si francobolla ai due fortissimi driver ufficiali Polini, Corsi e Tiraferri, che vincono una gara a testa senza mai togliersi l’ombra del due volte iridato reggino. In gara 1 Ripepi poteva anche vincere, ma noie ai freni lo hanno costretto a non tentare l’attacco decisivo e capitalizzare  così un eccellente piazza d’onore. In gara due il trio Corsi, Tiraferri e Ripepi,animava lo show fatto di sbandierate in staccata e pieghe a livello tombino. Fra i tre, Tiraferri scivolava in un curvone in appoggio e lasciava la scena del gradino più alto e di quello mediano agli altri due. Ripepi così,quando manca il solo round di Pomposa,”rischia”di azzannare il secondo posto finale in Campionato, con Tiraferri ormai detentore del titolo della serie.ll pilota reggino, è sempre più entusiasta di correre con il materiale tecnico della factory a ruote basse per eccellenza, la mitica Polini Motori: una Spa che fa dell’eccellenza tecnologica, l’icona del suo impegno nelle corse da sempre.”La mia partecipazione alla serie organizzata dalla Polini mi ha entusiasmato, convincendomi una volta di più  del superiore di livello dell’azienda bergamasca rispetto a tutti gli altri. Ringrazio Cristian Mammi per avermi introdotto in questo splendido ambiente.La Polini mi ha fornito sempre lo stesso materiale tecnico dei piloti ufficiali, senza tralasciare nulla in termini di informazione e di sviluppo. Il regime di monogomma Sava poi, è garanzia di assoluta parità tecnica per tutti i piloti: non usiamo le slick come in altri campionati, ma con le intagliate si va appena più piano, con la certezza però che il manico e il talento nel settare il mezzo facciano la differenza.Anche in questo aspetto sono fortunato: lavorare con il tecnico Marco Cozza del Cm MotorSport di Castrovillari,rende tutto più facile. La sua esperienza e la sua abilità nell’interpretare le mie esigenze di guida sono preziosissime. Sa sempre cosa fare e come mettermi nella condizione di esprimermi al meglio, sono contento di lavorare con lui.Marco è subentrato a campionato in corso e subito la musica è cambiata: è un grande e il nostro feeling è assoluto”. Adesso per Rocco Ripepi e il suo tecnico Marco Cozza l’ultima battaglia è a Pomposa, il 9 di ottobre. Per un altro volo di rabbia a bassa quota.

banner

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano