POST-GARA BISCEGLIE VIOLA

La Viola vince anche a Bisceglie e prosegue la striscia positiva; grande prova di carattere del team nero arancio che viola un campo difficile e conquista la quarta vittoria stagionale. Contro la compagine di coach Parillo, si è vista una squadra che sta prendendo sempre più ritmo e che cresce in difesa anche perché l’innesto di Cappanni comincia a pagare i suoi dividendi dato che l’ex Massafra ha portato fisicità ed una presenza forte sotto i tabelloni. La Viola comincia a guardare la classifica in modo interessante grazie a questo poker di successi consecutivi. Archiviata adesso la trasferta di Bisceglie, non c’è riposo per la Viola che già giovedì sera tornerà in campo. l’avversario del primo turno infrasettimanale previsto dal calendario è lo Scauri, formazione giovane che è allenata da un’altra grande vecchia gloria del basket italiano. stiamo parlando di quel Federico Pieri che ha giocato ad alti livelli con la maglia della Scovolini Pesaro conquistando anche il posto fisso in Nazionale. sarà una settimana diversa per la compagine dello stretto che dovrà pensare subito a questo impegno con soli tre giorni di tempo per preparare l’imminente incontro. Scauri è una formazione veloce che gioca un basket aggressivo su due lati del campo ed ha uomini che sanno come si deve tenere il campo a questi livelli. La Viola conosce la forza del prossimo avversario e cercherà di imporre come al solito la sua pallacanestro e, soprattutto, si cerca di mantenere l’imbattibilità interna che dura ormai da oltre un anno, precisamente Maggio 2010 quando fu il Catania dell’ex neroarancio De Gregori a festeggiare la vittoria decisiva in un quarto di finale play-off. tre partite in una settimana perché dopo Scauri si va a Palestrina, un’altra tappa importante per il cammino di una squadra che cresce giornata dopo giornata e che sta inserendo al meglio i nuovi arrivati. Nelle ultime gare, hanno avuto un impatto positivo i due registi Paparella e Coronini, i quali si dividono lo spot di regista titolare ma che riescono a tenere molto bene il campo anche quando sono impiegati insieme. I due atleti neroarancio si completano alla grande: Paparella è un micidiale tiratore da fuori ed un passatore sublime mentre Coronini ha una grande forza nella parte alta del corpo e sa attaccare molto bene il canestro avversario. Entrambi si sono calati molto bene nella nuova realtà e sono pronti ad aiutare la Viola che ha scelto molto bene in uno dei ruoli più delicati della pallacanestro. D’altronde, il direttore generale Condello è un ex playmaker quindi sa meglio degli altri cosa serve in quel ruolo per far compiere un salto di qualità ad una squadra che punta al massimo traguardo come la Viola.

Recommended For You

About the Author: Giuseppe Dattola