Programmi per Domenica?

La primavera è iniziata, la natura si risveglia e gli uccellini cinguettano.. e domenica è Pasqua! Certo che il tempo è volato, almeno secondo le mie percezioni.. Si prospetta quindi una domenica caratterizzata da un buon e sano pranzo luculliano! Ma come.. se abbiamo appena iniziato la dieta primaverile disintossicante?!? Beh, nulla di male, settimana prossima arriverà in nostro aiuto la dieta del dopo Pasqua. Ma, analizziamo bene la cosa. Un vecchio modo di dire recita “Natale con i tuoi e Pasqua con chi vuoi”, questo per indicare che molti approfittano del ponte pasquale per fare una breve vacanza lontano dal quotidiano in Italia o all’estero. Anche quest’anno l’abitudine, tra coloro che potranno permetterselo, si rinnoverà, tra l’altro con una diminuzione dei costi a quanto pare. Le offerte sono le più svariate, sia in termini di destinazioni che in termini di fasce di prezzi, data la crisi che aleggia ormai da tempo il settore del turismo è corso ai ripari ingegnandosi con offerte curiose ed applicando ribassi ove possibile. E per chi non parte? Nulla di grave, i festeggiamenti si spostano nella propria sala da pranzo. E’ tradizione festeggiare questo giorno con una tavola imbandita di ogni squisitezza che le nostre possenti fauci sono in grado di ingurgitare, ogni regione poi ha il suo piatto tradizionale e tutti insieme si fanno una concorrenza agguerrita. E non tralasciamo la Pasquetta, il termine stesso sembra un diminutivo ma di diminutivo ha ben poco dato che è un proseguo dell’abbuffata del giorno precedente.Torniamo alla nostra tavola imbandita. Che sia quella di casa nostra o del ristorante dietro l’angolo, agnello o capretto primeggiano sulla maggior parte delle tavole, a meno che non si tratti di una tavola vegetariana, preceduti da primi di paste fresche e seguiti dalla classica colomba, che a dire il vero ha subito le sue mutazioni più o meno genetiche per i palati più curiosi, senza perdere però la sua originale e semplice ricetta, insomma, la colomba classica rimane sempre la migliore. Si stima che quest’anno, complessivamente, si spenderanno circa 3,5 miliardi di euro per celebrare questa festività. Questo dato corrisponde, all’incirca, al valore che era stato stimato per il 2011. Viene quindi spontaneo pensare che la tavola degli italiani per quest’anno non cambia, in realtà non è proprio così. Eh già, infatti la crisi e l’inflazione lasciano il segno anche qui, a parità di spesa le quantità acquistate saranno inferiori, si stima intorno al 6/7 %. Le materie prime hanno subito nuovi aumenti e questo ha inciso sul prezzo finale dei beni di largo consumo. A partire dalle carni, i vini, la colomba e non ultimo le tanto amate uova di cioccolato. Tutto inciderà maggiormente sullo scontrino che ci verrà consegnato alla cassa. Malgrado questo però, i nutrizionisti hanno già diffuso le loro previsioni sui prossimi aumenti di peso. Facendo una media, tra vari articoli ed interviste, i valori oscillano tra i 2,5 ed i 3,5 chilogrammi in più in soli 2 giorni di bagordi! Ma dico, non saranno un po’ troppi? D’accordo che sono pranzi ricchi e saporiti, d’accordo che il dolce non è uno ma sono ben due, colomba e uovo di cioccolato, ma continuo a chiedermi se non sono troppi tutti questi chili.. ma soprattutto, se è così semplice prenderli, perché non è altrettanto semplice perderli! Consoliamoci quindi per questo pranzo un po’ meno ricco del solito e per le nostre forme un po’ più morbide, il giorno di Pasquetta con una bella gita fuori porta! Un bel cesto con gli avanzi del giorno prima, giusto per non farci mancare nulla, un pallone per simulare un po’ di movimento a pancia piena ed una bella coperta per il riposino di rito sui verdi prati primaverili.. almeno questo giorno, sembra che il meteo vorrà graziare il nostro Bel Paese. Mi raccomando, nessun senso di colpa per gli eccessi a tavola! Già da martedì riceverete, senza nemmeno richiederli, tutti i consigli per la nuova dieta disintossicante. Tre giorni a regime di pane e acqua vi aiuteranno ad alleggerire quello che con tanta felicità avete accumulato!

Una felice Pasqua a tutti!

Recommended For You

About the Author: Annalisa Brivio