Morti tre soldati Isaf

Kabul– L’Isaf, Forza internazionale di assistenza alla sicurezza, che opera sotto comando della Nato, ha reso nota la notizia della morte di 3 dei suoi soldati in Afghanistan. Sale a 7 perciò, il numero delle vittime militari che, nelle ultime 24 ore, hanno perso la vita, di cui uno a causa dello scoppio di un congegno esplosivo di carattere rudimentale, mentre i secondi durante l’attacco sferrato dagli insorti. Queste ultime morti fanno salire a 169 il numero dei soldati Nato uccisi in Afghanistan di quest’anno a 169. L’Isaf impiega ancora 130 mila soldati in Afghanistan ma entro il 2014 le truppe dovrebbero essere ritirate completamente. Nel contempo purtroppo non mancano parimenti le vittime civili di bombardamenti Nato al sud orientale di Patkia. Ancorché le vittime per mano dei soldati dell’Isaf non siano mai di proporzioni esose rispetto alle stragi messe in atto dagli insorti, il risentimento della popolazione di certo non si affievolisce. Il portavoce del governo provinciale di Patkia ha affermato non esserci connessione fra i componenti della famiglia vittima dell’attacco, nè con i talebani nè con alcun altro gruppo terroristico. Per tal motivo l’Isaf sta già procedendo in un approfondimento del caso per capire cosa sia potuto accadere e per evitare che le già tese relazioni possano essere compromesse ulteriormente, viste le denunce già pervenute nelle settimane precedenti a causa dei bombardamenti nelle zone di Logar, Kanisa e nella provincia di Helmand.

Recommended For You

About the Author: Alessandra Tavella