Tolosa torna l’ombra di Al Qaeda

Si allunga nuovamente l’ombra di Al Qaeda sulla cittadina francese di Tolosa. Dopo la vicenda dei mesi scorsi di Merah, l’attentatore della scuola ebraica, nella mattinata di ieri intorno alle 11, un uomo armato si è barricato all’interno di una banca, minacciando prima un cassiere e poi prendendo 4 persone in ostaggio, tra cui il direttore della banca stessa e 3 dipendenti. Dalle prime notizie fornite dall’intelligence transalpina inoltre, l’istituto di credito si trova vicino all’edificio dove in marzo le forze speciali francesi uccisero Mohammed Merah, il killer di Tolosa che aveva ucciso un rabbino, tre bambini della scuola ebraica e tre soldati. Dopo alcune ore di trattative serrate, l’uomo ha liberato due ostaggi: prima una donna, e poco dopo un altro ostaggio anch’esso donna. La polizia francese, con i corpi speciali presenti sul luogo del sequestro, ha fatto sapere che il terrorista ha dichiarato apertamente di fare parte di Al Qaeda, e che avrebbe chiesto di parlare con la polizia, e in particolare preteso la presenza sul posto del “Raid”, la squadra speciale d’intervento rapido della polizia francese, la stessa intervenuta nell’assedio all’appartamento di Merad. Per il momento il riserbo è massimo. La polizia tramite l’invio di sms ha fatto evacuare tutti gli studenti presenti in un liceo e in una scuola primaria adiacente all’istituto bancario. Il procuratore di Tolosa, Michel Valet, ha cercato di stemperare la situazione, dichiarando che: «Stiamo mettendo in azione un dispositivo per intraprendere il dialogo».

Salvatore Borruto

Recommended For You

About the Author: Salvatore Borruto