Viola Reggio CalabriaVsEagles Bologna: 58 – 69

VIOLA: Fontecchio 8, Caprari 8, Rappoccio, Fabi 15, Costa, Mariani 2, Zampolli 16, Quaglia 2, Germani, Ammannato 7. All. Bolignano.
BOLOGNA: Tullio 3, Pederzini 12, Circosta 11, Silimbani 10, Potì 8, Raminelli 10, Botteghi, Chinellato, Saccardin ne, Piazza 15. All. Padovano.
Arbitri: Lestinigi Paolo di Anzio (RM) e D’Amato Alex di Roma.
Note – Parziali: (15-15/ 25-35 /38-53) Tiri liberi: Viola 10/17, Bologna 12/17. Tiri da due: Viola 15/29, Bologna 18/40. Tiri da tre: Viola 6/27, Bologna 7/18. Rimbalzi: Viola 37, Bologna 36. Spettatori: 1000 circa. Sesta giornata del girone d’andata per il campionato di Serie A Nazionale.
La Viola ospitava al Botteghelle gli Eagles Bologna in una sfida fra due nobili del basket italiano in cerca di rilancio dopo le difficoltà societarie dell’ultimo lustro. Prima dell’inizio del match si rinnova il ventennale gemellaggio che lega le tifoserie reggine e bolognese. Un bellissimo spot per il mondo dello sport dove latitano sempre di più queste manifestazioni di affetto reciproco. La sfida termina con la bruciante sconfitta dei padroni di casa che inanellano la quarta sconfitta consecutiva e restano in fondo alla classifica con 2 punti. E’ stata una settimana importante per la compagine neroarancio; coach Bolignano ha fatto lavorare forte la sua squadra in vista di questo impegno che chiude una prima serie di gare in cui i reggini hanno mostrato qualche battuta d’arresto dovuta ad una difesa rivedibile ed a una poca fisicità;la strada per raggiungere la massima forma è lunga e tortuosa mentre i felsinei avevano l’intenzione di ribadire il loro ottimo stato di forma in casa della Viola in un teatro storico del basket italiano La storia della gara dice che i padroni di casa nei primissimi minuti del match spingono subito sull’acceleratore cercando di prendere subito in mano l’inerzia del match ma Bologna non ci sta. Dopo un parziale di 4 a 0 dei primissimi minuti gli ospiti rientrano e impattano sull’8 pari a metà della prima frazione grazie alle giocate di Raminelli e Pederzini. Il primo quarto è caratterizzato da parecchi errori da ambedue le parti ed il 15 pari al suono della prima sirena lo testimonia. Il secondo periodo si apre sui binari dell’equilibrio con le due squadre si rispondono punto su punto fino a quando, un mini break firmato Pederzini, Piazza non porta gli ospiti avanti sul +6. Il resto del periodo vede i padroni di casa incapaci di concretizzare azioni offensive ed i bolognesi, trascinati dal play Piazza scappano sul +10 al termine del primo tempo. Nel terzo periodo la Viola cerca di riaprire il match. C’è tanta rassegnazione nell’aria al Pala Botteghelle per una squadra che non riesce ad esprimersi come vorrebbe e dovrebbe. Ci provano l’energia di Mariani e Zampolli a dare un po’ d’entusiasmo con qualche bella giocata ma, sul finale di periodo Bologna allunga nuovamente chiudendo il periodo sul +15. Il quarto periodo segue esattamente la falsa riga dei precedenti. La Viola ci mette buona volontà ma non sembra all’altezza di poter far male ai bolognesi e, anche le cose più semplici, non riescono. Il risultato finale è impietoso per la Viola e per il presidente Muscolino che dovrà prendere certamente provvedimenti a questo periodo nero. Archiviata la sfida con Bologna, la Viola si deve mettere subito al lavoro perché giovedì sera si va a Chieti in un match valido per il secondo turno infrasettimanale del campionato. I reggini hanno tre giorni di tempo per preparare una sfida contro un avversario inedito che comunque sta emergendo grazie all’ottimo lavoro fatto dalla dirigenza abruzzese. Dopo di chè, domenica prossima, si torna a Reggio Calabria per ospitare il fortissimo Torino, compagine che tutti gli addetti ai lavori considerano la principale favorita per la vittoria del campionato.

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano