120 profughi afghanistani allo "Scatolone" - Ilmetropolitano.it

120 profughi afghanistani allo “Scatolone”

Salve Direttore, Le scrivo perché indignata per quanto accade in questa città, che chiamano “Città Metropolitana”.

Stamattina ho letto su facebook che in nottata sono arrivati 120 profughi afghanistani e che come situazione d’emergenza li hanno sistemati allo “Scatolone”.Essendo Dirigente di una Associazione Sportiva che usa il suddetto impianto, esterefatta ma non meravigliata perche’ in questa città accade di tutto, mi domando e dico:Quest’anno abbiamo il Palasport di pentimele chiuso per i fatti accaduti nello scorso marzo, nelle città dove è accaduta la stessa cosa , l’impianto e’ stato dissequestrato dopo due mesi, a Reggio Calabria sono trascorsi 8 mesi e ancora non è stato dissequestrato nulla.Pertanto “EMERGENZA” per moltissime Societa’ Sportive (Basket,pallavolo,pallamano,calcetto) costrette ,visto la pochezza degli impianti (3 impianti disponibili) a litigare tra di noi, per l’assegnazione delle ore. Con enormi disagi e difficoltà per orari impossibili , impianti senza acqua calda e con pioggia che cade dentro spesso allagando l’impianto ,cercavamo di sopravivere.Stamattina vengo a sapere che sono arrivati 120 Profughi ( con tutto il rispetto per questa povera gente) ma giusto nell’impianto “scatolone” dovevano sistemarli? EMERGENZA sopra EMERGENZA??Non c’erano altri posti dove mandarli ??? ad esempio la vecchia fiera a Pentimele? la Palestra di Arghilla mai aperta ed oggi in mano a chiunque voglia entrare? ECC.. La protezione civile non ha delle strutture adatte a queste “EMERGENZE”??Chi si occuperà in seguito della disifenstazione dell’impianto, che viene usato da bambini ,ragazzi ed adulti??Come al solito saremo NOI SOCIETA’ a farci carico di Pulire ed disinfettare la struttura ,visto che quello che fanno gli altri non ci soddisfa!!!! Sempre a spese nostre ,visto che il Comune ormai da tempo non ci riconosce nulla perche’ “NON HA SOLDI”. Alcune volte mi chiedo , in che città VIVIAMO?? dove la classe dirigente si preoccupa solo del problema del momento , e disconosce i problemi dell’intera città ,dove non gliene frega niente a nessuno di noi Societa’ che togliamo i ragazzi dalla strada e facciamo SPORT con i soldi di tasca nostra ,però poi sono tutti pronti a vantarsi della “Città Metropolitana”,Tutti pronti a mettersi in evidenza con le Conferenza Stampa!! Questa e’ Reggio Calabria!!!Altro che CITTA METROPOLITANA!!

Romana Pirillo Dirigente Ass.Dil.Basket Nuova Jolly Reggio Calabria

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano