Subbuteo: l’Act Reggio vola a Chianciano a caccia della Serie C

Domenica i reggini hanno superato la prima fase del campionato di Serie D

 

Un traguardo storico, fortemente voluto e che se vogliamo, viste le prestazioni in crescendo degli ultimi anni, l’Act Reggio ha meritato ampiamente. Domenica 17 marzo, presso l’istituto scolastico ‘Caminiti’ di Villa San Giovanni, si è disputato il campionato di Serie D di Calcio da Tavolo ed è andata in scena una giornata pazzesca, emozionante e che regala agli amaranto, il tanto ambito ingresso alle finali di Chianciano, dove sognare la promozione in Serie C non sarà certo un’utopia. Ai nastri di partenza, insieme all’Act Reggio, c’erano gli ‘amici-avversari’ di sempre vale a dire Siracusa, Messina, Bagheria ed Hydra (Barcellona Pozzo di Gotto).  Un torneo tiratissimo come testimonia la classifica finale, con ben quattro compagini appaiate al primo posto, vale a dire Siracusa, Reggio Calabria, Hydra e Messina a quota 7 punti, con Bagheria ultima a 0. In virtù della migliore differenza reti, a discapito di una classifica avulsa in perfetta parità tra le quattro squadre, Siracusa e Reggio Calabria strappano il pass per Chianciano, dove il 18 ed il 19 maggio si disputeranno le finalissime per stabilire le 2 società che verranno promosse in Serie C. Ad onor di cronaca, Reggio ha battuto per 1-0 e 3-0 Bagheria e Barcellona, mentre è stata sconfitta 2-1 dal Messina ed ha pareggiato 1-1 contro Siracusa. Gli ‘eroi’ di questa impresa rispondo all’anagrafe alle generalità di Salvatore Cotronei (che riveste anche la carica di presidente dell’Act Reggio), Piero Ielapi (selezionatore e tecnico amaranto), Bruno Bagnato, Francesco Riccobene e Paolo Smaldone.

Fabrizio Cantarella -Uff. Stampa Act Reggio 2004

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano