Consultazioni

22\03\2013 – “Ci sono tre forze di pari entità: una non è disponibile a collaborare. Quindi restiamo in campo noi e il Pd e tocca a noi la responsabilità di dare un Governo al Paese” Queste le utlime dichiarazioni di Silvio Berlusconi, che allunga una mano, metaforicamente parlando, a Pierluigi Bersani, cercando di tirarlo fuori dall’ Impasse in cui si trova suo malgrado, vincitore sulla carta ma praticamente terzo parimerito con M5S e PDL… Continua Berlusconi : “Siamo assolutamente a disposizione per governo coalizione che intervenga con misure economia peraltro largamente condivise; Restiamo su questa posizione di responsabilità totale e ci auguriamo che anche le altre forze politiche lo faranno. Ci auguriamo si vada verso un governo forte.” “Siamo la prima forza” Questa la risposta dei capigruppo M5S, continuando : “Il Movimento 5 stelle è stata la prima forza politica alle ultime elezioni per numero di voti. Chiediamo perciò l’incarico di governo per realizzare il nostro programma”; e concludendo : “Senza incarico da Colle, a noi Vigilanza e Copasir.” Ma come, verrebbe da pensare, se fossero stati Pd o PDL, a fare queste richieste si sarebbe subito urlato allo “scandalo” e “all’inciucio”, due pesi e due misure?!? Roberta Lombardi (M5S) dichiara che la volontà popolare è stata disattesa non avendo affidato alcuna carica istituzionale al M5S. “l’ M5S non accorderà alcuna fiducia a governi politici o pseudo tecnici con l’ausilio delle ormai familiari ‘foglie di fico’ come Grasso. Il M5S voterà invece ogni proposta di legge se parte del “suo programma”, afferma Beppe Grillo sul suo blog al termine dell’incontro con Napolitano. “Per fare qualcosa per il mio Paese sono pronto a tutto”, dichiara Pietro Grasso, che subito dopo precisa : “Ho detto che come servitore dello Stato sono disposto a qualsiasi prospettiva, perché il servitore dello Stato è sempre disponibile, ma non vorrei che questa mia frase venisse interpretata in modo distorto”. Ci si paventa Pietro Grasso come nuovo premier!? Vedremo…
La Lega intanto, per voce di Giacomo Stucchi dichiara : “Napolitano ci ha detto che chi ricevera’ l’incarico deve dimostrare di avere i numeri e che anche Prodi nel 2006 ha dimostrato di avere la maggioranza”. Sta di fatto che si sta per concludere il secondo giorno di consultazioni e preste vedremo, A Chi, Come, Quando e Perché, Napolitano affiderà l’incarico di formare il nuovo governo.

Recommended For You

About the Author: Carlo Viscardi