Afghanistan: continua la serie di traguardi operativi della componente aeronautica del Regional Command West - Ilmetropolitano.it

Afghanistan: continua la serie di traguardi operativi della componente aeronautica del Regional Command West

 

il task group ‘Black Cats’ celebra le 7000 ore di volo

Herat, 06 maggio 2013 – Con il superamento delle 7000 ore di volo operativo in Afghanistan, i velivoli AMX del Task Group ‘Black Cats’ hanno raggiunto oggi un traguardo che riassume il pluriennale e continuo impegno degli uomini della Joint Air Task Force dell’aeronautica militare (JATF) a sostegno delle operazioni del Regional Command West, il comando multinazionale su base brigata alpina ‘Julia’ cui è devoluta la responsabilità della regione ovest del Paese.

In particolare, nelle oltre 2400 sortite operative effettuate dal loro primo impiego ad oggi, suddivise tra ricognizione tattica e supporto aereo ravvicinato alle forze della coalizione e a quelle afghane, gli AMX si sono rivelati un assetto estremamente versatile e affidabile. Nel corso di missioni sia diurne che notturne, portate a termine grazie alla tecnologia degli evoluti sistemi di bordo e all’utilizzo di visori notturni, infatti, i cacciabombardieri italiani hanno ripreso più di 6300 target e fotografato diverse migliaia di chilometri di itinerari. Con i prodotti elaborati dagli analisti d’immagine inseriti nell’organico dell’ufficio A2 ISR e con il supporto delle altre truppe a terra, i ‘Black Cats’ hanno quotidianamente fornito in questi anni una irrinunciabile cornice di sicurezza per il personale della coalizione che svolge operazioni sul terreno.

il velivolo AMX che ha raggiunto il traguardo delle 7000 in fase di atterraggio

Il traguardo odierno, di valenza altamente qualitativa oltre che quantitativa, va ad aggiungersi al nuovo primato stabilito solo pochi giorni prima da un velivolo a pilotaggio remoto MQ-1C ‘Predator’ del Task Group ‘Astore’, anch’esso inquadrato nella JATF, che, durante una missione operativa, ha volato per quasi 27 ore consecutive. Il primato, che supera di quasi tre ore il precedente, è il frutto di una dettagliata pianificazione della missione che ha visto gli equipaggi (piloti, analisti, operatori dei sensori video, esperti di intelligence e dello spazio aereo, ingegneri di volo e tecnici) alternarsi con regolarità ai controlli del sistema.

La JATF dell’Aeronautica Militare ha il compito di gestire gli assetti di volo dell’Aeronautica Militare assegnati al Comando Operativo NATO per l’Afghanistan che operano prevalentemente nella regione occidentale del Paese. Il Task Group ‘Black Cats’, dotato di velivoli cacciabombardieri AMX, svolge missioni di ricognizione e di supporto aereo ravvicinato alle forze alleate e afghane sul terreno, mentre i velivoli a pilotaggio remoto ‘Predator’, con la loro tecnologia, sono ‘l’occhio dall’alto’ della coalizione e costituiscono una capacità ormai irrinunciabile a favore della protezione delle truppe e della popolazione civile. L’Ufficio A2-ISR pianifica e conduce la raccolta informativa nei settori della Sorveglianza e Ricognizione e fornisce il contributo informativo necessario allo svolgimento delle missioni volative dei Task Group in seno alla JATF ed alle altre componenti aeree presenti sull’aeroporto di Herat.

il task group ‘Astore’ con la bandiera celebrativa del primato

 

c.s. – ISAF RC-W

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano