Praticò: “Strade intitolate ai simboli sportivi della nostra città”

La proposta sulla toponomastica è stata avanzata dal presidente del Coni Calabria Mimmo Praticò 

Intitolare le strade limitrofe agli impianti sportivi di Reggio Calabria alle personalità del mondo dello sport che hanno dato particolare lustro alla città. La proposta arriva dal Presidente del Coni Calabria, Mimmo Praticò, il quale avanzerà una richiesta in tal senso alla commissione per la toponomastica del Comune e alla commissione straordinaria di Palazzo San Giorgio. “Ci sono personalità straordinarie, che hanno segnato un’epoca e – non credo di essere troppo enfatico – che hanno scritto almeno in parte la storia delle diverse discipline sportive in questa città. Uomini e donne che, con il loro impegno quotidiano, con la loro passione, con la loro generosità, hanno dato un enorme contributo alla causa dello sport reggino”. Praticò ritiene che “sia giusto riconoscere il ruolo di questi atleti, allenatori, dirigenti e presidenti, che hanno dato tantissimo alla città. Lo hanno fatto non solo dal punto di vista agonistico, portando prestigio, dignità e successi allo sport reggino e calabrese, ma anche assolvendo a una delicata funzione sociale. Grazie ad alcuni di loro, intere generazioni di ragazzi sono cresciute a pane e sport, rispondendo a un sistema di valori e di principi sani e virtuosi. In questo modo – aggiunge il presidente – sono stati allevati i figli migliori della nostra comunità, cittadini modello che grazie allo sport si sono formati al rispetto delle regole e dell’avversario, ma anche al senso del dovere, al sacrificio e allo spirito di responsabilità. Per tutto questo – conclude Mimmo Praticò – ritengo giusto dare tale riconoscimento ai pionieristici educatori dello sport e maestri di vita. Accanto agli eroi risorgimentali, a quelli moderni dell’antimafia, alle grandi battaglie che hanno segnato la storia d’Italia e ai personaggi della storia cittadina, anche gli uomini dello sport meritano di essere ricordati e onorati dalla Reggio del domani”.

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano