A Enna, Giusy Versace regala un nuovo sogno al piccolo Vincenzo

piede multifunzionale regalato a Vincenzo AlagonaEnna, 23 ottobre 2013 – Dalla Sicilia arriva un’altra bella notizia: dopo il successo della tappa a Catania del tour Insieme nello Sport che ha radunato in Piazza Università molti giovani disabili, a Enna la campionessa paralimpica Giusy Versace regala un nuovo sogno al giovane Vincenzo!  Ieri mattina, durante una presentazione all’Università Kore di Enna, è stata consegnata una protesi multifunzionale con piede in carbonio al piccolo Vincenzo, un giovane studente di 12 anni, amputato alla gamba destra dopo un incidente. La protesi, del valore di quasi 4 mila euro, è stata acquistata dalla onlus Disabili No Limits presieduta dalla Versace, grazie ad una specifica raccolta fondi. Il Kiwanis Club di Enna ha poi sposato la causa con un contributo economico e la ditta Ro.Ga ha realizzato la protesi su misura per il ragazzo. E’ stato Rosario Gagliano di Ro.Ga a segnalarci il caso di questo giovane ragazzino di Mazzarino, che ha perso la gamba destra circa 3 anni fa  racconta la Versace – Vincenzo camminava con un piede di legno e durante l’ora di educazione fisica veniva spesso emarginato perché incapace di correre e muoversi come i suoi compagni. Noi abbiamo deciso subito di aiutarlo e scelto per lui un piede più funzionale in carbonio, che gli consentirà di avere una quotidianità migliore e di svolgere più attività sportive. L’Università Kore è poi subentrata mettendo a disposizione un tutor della facoltà di scienze motorie che seguirà il ragazzo per le attività sportive e si impegnerà con una borsa di studio, per permettergli di proseguire serenamente anche gli studi universitari.
da sx - Rosario Gagliano, Giusy Versace e Vincenzo Alagona
da sx – Rosario Gagliano, Giusy Versace e Vincenzo 



Nella fotografia, il piede multifunzionale regalato a Vincenzo: la struttura interna è ricoperta da un cover a forma di piede che gli consentirà di correre e di camminare, ammortizzando il passo e consentendo anche dei piccoli salti.

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano