Reggina, i pareggi non bastano adesso si deve vincere

logo reggina 1914Di G.A. – Oggi la Reggina alle 15  scenderà in campo al Granillo contro il Latina dell’ex Roberto Breda, che ricordiamo era stato prima allenatore della primavera poi passato in prima squadra nel 2010, primo anno in serie B , per sostituire Iaconi che a sua volta aveva sostituito Novellino, salvando la Reggina, e poi il ritorno in panchina due anni dopo, dall’inizio campionato, con un intermezzo di Gregucci, collezionando in totale 46 partite in amaranto, ma come sappiamo tutti la panchina di Breda non avevano dato risultati sperati . La squadra laziale neo promossa dalla lega pro, occupa un buon posto in classifica,  con 48 punti, quinto posto, merito di Breda subentrato ad Autieri dopo due sconfitte su tre a inizio campionato, e anche di giocatori di calibro come Jonathas,  Paolucci solo per citarne un paio. La Reggina la scorsa settimana contro il Pescara ha portato a casa un altro pareggio che non smuove la classifica, e ricordiamo che mancano dieci partite alla fine quindi per quanto si potrà essere fiduciosi e ottimisti, ci vorrebbe un miracolo, e sarà sempre il campo a dire la sua e la grinta dei calciatori.

Le tifoserie di Reggina e Latina sono gemellate da decenni, quindi sugli spalti oltre l’interessante match ci sarà una festa tra tifoserie che non si incontravano ormai da trent’anni.

I Probabili undici che metteranno in campo Gagliardi-Zanin sono:

Modulo 4-5-1 salvo qualche variazione all’ultimo minuto:

Pigliacelli;

Adejo, Lucioni, Ipsa, Frascatore;

Sbaffo, Strasser, Pambou; Fischnaller, Dumitru;

Di Michele.
Arbitro del Match sarà il Sig.  Emilio Ostinelli di Como.

Guardalinee i Sigg. Giorgio Peretti di Verona e Giuseppe Borzomì di Torino.

Quarto uomo, il Sig. Fabio Maresca di Napoli.

 

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano