Colore e magina questa mattina alla Provincia di Reggio Calabria

PER LA CONSEGNA DEGLI ATTESTATI DI PARTECIPAZIONE AL PROGETTO “PAGLIACCI IN OSPEDALE 2014”. LANCIATO IL PROSSIMO CORSO GRATUITO “PAGLIACCI IN OSPEDALE – IL RITORNO”. IL VICE PRESIDENTE DELLA PROVINCIA, VERDUCI: «SEMPRE AL FIANCO DEI PAGLIACCI CLANDESTINI»

pagliacci clandestini Questa mattina a Palazzo Foti, sede della Provincia di Reggio, la sala delle conferenze si è vestita di nasi rossi e valigie di cartone, per ospitare la cerimonia di assegnazione degli attestati di partecipazione al percorso formativo “Pagliacci in Ospedale”. Un progetto promosso dall’Associazione di Promozione Sociale “Pagliacci ClanDestini” e patrocinato dalla Provincia di Reggio Calabria, che ha registrato un enorme successo e ha visto la partecipazione di ben 46 apprendisti pagliacci provenienti dalle provincie di Reggio, Vibo Valentia e Catanzaro, adesso impegnati nella fase di tirocinio in ospedali e strutture socio-assistenziali. «L’opera di volontariato che attende questo meraviglioso gruppo – ha sottolineato il vice presidente della Provincia, Giovanni Verduci – è quanto mai importante, affinché con un sorriso i piccoli ricoverati nei reparti di pediatria della provincia reggina, possano sentire meno dura la degenza: grazie a questi giovani pagliacci preparati, che sentono nel cuore questa missione, oltre l’attestato che stanno per ricevere». La cerimonia è stata coordinata da Santo Nicito, presidente dell’Associazione Pagliacci ClanDestini, che ha parlato delle fasi del percorso affrontate dai partecipanti: «Non semplicemente un corso formativo e performativo, ma un modo per scoprire se stessi e lavorare sull’umano, l’essenza da porgere agli altri per non essere meri fantocci». Con l’occasione l’Associazione ha lanciato “Pagliacci in ospedale – IL RITORNO”, corso di formazione che nasce dalle numerose richieste di partecipazione ricevute in questi mesi da tutta la Calabria e anche dalle regioni limitrofe. Il corso diretto da Santo Nicito avrà la durata di tre fine settimana full immersion al quale seguirà una sperimentazione pratica di 200 ore. «Voglio ringraziare tutti i Pagliacci Clandestini – ha concluso Verduci – per il loro impegno e la loro dedizione. È un segnale diverso e necessario in questo territorio, ed è per questo che la Provincia sarà sempre al vostro fianco».

L’Ufficio Stampa

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano