American Huslte - Ilmetropolitano.it

American Huslte

AMERICAN-HUSTLE-poster-1024x768Se il cinema è finzione, American Hustle (2013) di David O. Russell è un film sulla finzione. Ambientato nell’America di fine anni Settanta, American Hustle è la storia di due truffatori (Amy Adams e Christian Bale) che si ritrovano a collaborare con un agente dell’F.B.I. (Bradley Cooper) nell’operazione Abscam, per incastrare alcuni membri del congresso di un’America reduce dai disastri della guerra del Vietnam. Uno tra i migliori film del 2013, reduce da nominations agli Oscar e vari riconoscimenti tra cui i Golden Globe ad Amy Adams e Jennifer Lawrence, American Hustle incanta il pubblico per la colonna sonora e per l’intreccio imprevedibile delle linee narrative, le stesse che corrispondono a quelle relazionali intraprese dai personaggi. Un film ben fatto, per così dire, che vede un attento David O. Russell alla regia ed una cura per i dettagli glamour di scenografia e costumi. Un film tagliente, ricco di personaggi intensi che oscillano nella lotta tra finzione e verità. Tra la necessità di sopravvivere attraverso le bugie ed il saper mentire in modo del tutto innocente. Stiamo parlando di una storia particolare con America Hustle; tenuti sospesi per tutto il film sugli eventi che cambiano continuamente rotta per poi tornare quasi al punto di partenza. Personaggi imprevedibili e indimenticabili, come Robert De Niro (presente nel film solo per un pugno di minuti), una Jennifer Lawrence imbranata, un po’ oca se vogliamo, ma – allo stesso tempo – profondamente irresistibile, tenera nella sua strana personalità. Se da una parte abbiamo una trama tendenzialmente seria e storicamente importante, dall’altra troviamo una comicità particolare a conferire una leggerezza affascinante ad American Hustle, dove ogni personaggio racconta il proprio punto di vista e dove lo spettatore, fin da subito, tende a sceglierne uno, schierandosi fin da subito con esso.

banner

Recommended For You

About the Author: Ilenia Borgia