Il sottosegretario alla Presidenza del consiglio Luca Lotti a Catanzaro

Lotti a Catanzaro foto“Stiamo cambiando l’Italia, cambieremo l’Europa” è il tema dell’iniziativa che si è tenuta questa mattina, nella sala del consiglio provinciale di Catanzaro, alla presenza del sottosegretario alla Presidenza del consiglio, delegato all’Editoria, e responsabile nazionale dell’organizzazione del Partito democratico, Luca Lotti. All’iniziativa tenuta nella sala consiglio provinciale di Catanzaro, assieme al sottosegretario Lotti, al segretario provinciale di Catanzaro Enzo Bruno, e regionale Ernesto Magorno, tra gli altri, la senatrice Doris Lo Moro, il sindaco di Crotone e presidente dell’assemblea regionale democratica, i consiglieri regionali Enzo Ciconte, Piero Amato, Tonino Scalzo e Mario Maiolo che è anche candidato alle Elezioni europee nella circoscrizione Sud, la presidente dell’assemblea provinciale Giusy Iemma, numerosi amministratori locali, sindaci, consiglieri comunali e dirigenti dei circoli della Provincia. Il segretario provinciale Enzo Bruno ha voluto, prima di tutto, mettere in rilievo che la presenza del sottosegretario alla presidenza del consiglio, nonché responsabile nazionale dell’Organizzazione del Partito democratico, si inserisce nel quadro del processo unitario che si costruisce anche nella provincia di Catanzaro. “Stiamo dando un grande impulso a questa campagna elettorale, per essere vicini allo sforzo del premier Renzi in uno scontro feroce contro il qualunquismo dilagante – dice ancora Enzo Bruno – Stiamo attrezzandoci per essere all’altezza della sfida lanciata a livello nazionale. In Europa non dobbiamo mandare uomini e donne che vengono inseriti in dinamiche di ricollocazione politica, ma compagni e amici competenti, capaci di portare più Italia in Europa, in particolare più Calabria in Europa”. E’ arrivato il momento di superare l’ottica dell’Europa delle sanzioni e delle ristrettezze, lontana dai cittadini, dice ancora il segretario provinciale: “Quella che vogliamo disegnare con il nostro impegno è l’Europa dello sviluppo, capace di dare una mano alla nostra regione dove c’è il più alto tasso di disoccupazione, si soffre dell’isolamento a causa di una adeguata infrastrutturazione, non si riesce a pensare di dinamiche di innovazione, a causa delle difficoltà nella gestione dei rifiuti, del dissesto idrogeologico. Il gruppo del Pd deve essere il più numeroso – ha detto ancora Bruno – per agganciare l’Italia, e la Calabria, ad un necessario processo di sviluppo che il governo del centrodestra alla Regione non ha fatto innescare. Scopelliti e il governo del centrodestra devono andare a casa perché hanno fallito. Siamo di fronte alla sfida tra la rabbia e la speranza, e noi guardiamo all’unico grande partito italiano come una speranza. Vogliamo essere punto di riferimento e di incoraggiamento per questa regione”. “Non votare Grillo significa prima di tutto dire non votare chi sulle miserie, sui disagi e sulle povertà del Mezzogiorno vuole costruire un governo che non va verso la democrazia ma va verso la demolizione – ha esordito il segretario regionale Ernesto Magorno -. Vincere nelle città come quella di Catanzaro significa dire che questa regione non ci sta alla deriva proposta da Grillo e nel Mezzogiorno. Ed è scandaloso che l’ex presidente della Regione utilizzi ancora la macchina burocratica regionale per la propria campagna elettorale: lo dobbiamo mandare a casa, subito”. L’invito del segretario regionale è a costruire “questo grande e nuovo Partito democratico che se non mette radici nel Sud non mette radici nemmeno nel Paese”. “A distanza di meno di una settimana dalla visita in Calabria del presidente Matteo Renzi e del ministro del Lavoro Giuliano Poletti, lo stesso ministro potrà sbloccare entro oggi o domani le risorse necessarie per il pagamento degli ammortizzatori sociali, come concordato con i sindacati in un incontro in occasione della visita della scorsa settimana a Reggio – ha affermato il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri, Luca Lotti -. Non è campagna elettorale questa perché i denari saranno ricevuti dai destinatari solo dopo il 25 maggio. E’ un impegno preso e rispettato ed è una bellissima notizia per la Calabria e per il Sud”. Lotti ha anche preannunciato che giovedì in consiglio dei ministri ci sarà il decreto per istituire la cabina di regia annunciata dal presidente Matteo Renzi nel corso della sua visita a Reggio Calabria. “E’ con orgoglio e gioia – ha aggiunto Lotti – che annuncio qui questa importante iniziativa. Non si tratta di promesse da campagna elettorale, ma di piccole cose, anche piccolissime, attuate da un Governo che vuol provare a fare, mettendoci la faccia, dimostrando che la politica non è tutta da buttare”. “Dobbiamo dimostrare che in politica non siamo tutti uguali – ha detto ancora Lotti parlando si sfida tra rabbia e speranza – e dobbiamo dirlo con forza, superando divisioni e litigi, e noi del Pd siamo maestri, ma mi pare che stiamo migliorando, a partire dalla Calabria”. Al termine dell’incontro alla Provincia, Lotti ha visitato la Fiera del Libro che rientra nell’ambito del Progetto Gutenberg, inaugurata questa mattina nella Galleria Mancuso.

Ufficio stampa – Segreteria provinciale Pd di Catanzaro

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano