Miseria e Nobiltà: il “Foyer” conquista il pubblico reggino

ph Antonio Puccio
ph Antonio Puccio

di Ilenia Borgia – Ieri sera, presso il cineteatro Odeon di Reggio Calabria, la compagnia teatrale Foyer ha portato in scena l’opera “Miseria e Nobiltà”, di Eduardo Scarpetta. La commedia partenopea, che vive nelle memorie del pubblico grazie alla trasposizione cinematografica con il grande Totò, da oggi ha aggiunto il talento del gruppo teatrale reggino a tale raccordo. Se pure si tratti di un legame indissolubile quello tra lo spettatore e l’opera di Scarpetta, il pubblico dell’Odeon non può fare a meno di abbracciare l’originale interpretazione della compagnia Foyer, conferendo un nuovo spirito e un volto nuovo ai personaggi di “Miseria e Nobiltà”. Il soggetto, una commedia in tre atti e in lingua napoletana, racconta di come il giovane e ricco Eugenio riesce a coinvolgere Felice e Pasquale, buoni d’animo e senza soldi in tasca, in una simpatica farsa per ottenere il consenso del padre di Gemma, ragazza di cui è innamorato. I due squattrinati si ritrovano ad interpretare la nobile famiglia del giovane Eugenio all’interno di una ilare serie di equivoci. Per la magistrale regia di Luca Coppola, che ritroviamo nei panni di Felice Sciosciammocca, il sipario dell’Odeon si riapre questa sera (alle 20:30) per un secondo appuntamento con l’arte, la letteratura teatrale napoletana e la semplicità di una tematica sempre viva e attuale.

Recommended For You

About the Author: Ilenia Borgia