La “Ripresa Economica” in Estate ?!

renzi-634x396

di Carlo Viscardi – La situazione nel nostro paese di certo non sembra voler cambiare direzione, e a parte tutte le parole spese dall’attuale esecutivo e dai suoi predecessori, di azioni energiche per rilanciare quest’economia e il mondo del lavoro non sembra proprio ce ne siano state, senza tralasciare i famosissimi e tanto sbandierati 80€ in busta paga… I dati economici sono quelli che sono. Quelli sulla disoccupazione pure. Quelli sul debito pubblico anche, e le figure “barbine” al governo non mancano, infatti il decreto Madia sulla Pubblica amministrazione, fatto approvare con voto di fiducia alla camera, non conteneva al proprio interno le risorse necessarie allo sblocco previdenziale, e nelle ultime ore, sempre con voto di fiducia, è passato il maxi emendamento, ovvero il testo della Camera così come modificato dalla commissione Affari Costituzionali del Senato, con quattro emendamenti presentati dal Governo in materia di pensione, tra cui la cancellazione della soluzione per quota 96, i 4mila pensionamenti nella scuola, e l’abolizione dei pensionamenti d’ufficio già a 68 anni, quindi con due anni di anticipo, per professori universitari e primari.ministro-madia-U10175353656lRC--258x258@IlSole24Ore-Web
Cioè per i non avvezzi all’economia, il governo ha cancellato con una serie di suoi emendamenti i suoi errori e che quindi dovranno ripassare all’esame della camera dei deputati, e ci si può scommettere che come è divenuto uso comune negli ultimi tempi, il tutto passerà con un voto di fiducia in un unico grande calderone…
Fra le varie riflessioni di questa strana estate, da notare la dichiarazione rilasciata dal presidente del consiglio sotto le pressanti domande dei giornalisti in merito ad una tanto sventolata ripresa, che in fin dei conti ed in pratica non sembra esserci : “Alcuni dati sono positivi e altri sono negativi, entrambi vanno letti. La situazione è inferiore alle nostre aspettative ma si va nella direzione giusta. Come questa estate, un po’ in ritardo, ma arriva”. Risposta alquanto sibillina e interpretabile in molteplici modi…. Intanto nelle prossime ore è atteso il dato Istat sul prodotto interno lordo nel secondo trimestre 2014, che ipoteticamente parlando non dovrebbe essere superiore allo 0,1%. Quindi che vorranno fare? Che risposte daranno? Continueranno a litigare per questa tanto famigerata riforma del senato la quale dovrebbe a sua volta dare l’avvio al cambiamento dell’intero paese?
Se la faccenda fosse paragonabile ad una “soap-opera” verrebbe ironicamente da dire : “ la soluzione della situazione la vedrete prossimamente su questi canali”.

Recommended For You

About the Author: Carlo Viscardi