Viola sul mercato a 360 gradi

violadi Giuseppe Dattola – E’ una Viola che si muove a trecento sessanta gradi. Mentre il direttore generale Condello si muove per completare la squadra; il presidente Branca lancia una serie di iniziative importanti come quella di iscrivere una squadra di basket in carrozzina in un campionato italiano con grande soddisfazione sia per la società neroarancio che per gli eroi atleti che potranno vestire quei gloriosi colori. Questo è il post del presidente Branca mentre nasce la nuova squadra e si rafforza la società: “ Dobbiamo riappropriarci della voglia e della capacità di sognare in grande, essendo orgogliosi di quel che si ha già – e che nessuno ci ha mai regalato – ma senza precluderci niente. Noi possiamo e dobbiamo riprenderci la storia, noi possiamo e dobbiamo scrivere ancora una storia meravigliosa, noi saremo ancora una volta la ciambella di salvataggio per l’intera città. I nostri atleti, tutti, dalla prima squadra alle giovanili a quelli in carrozzina andranno tra le gente, nelle scuole, negli ospedali; i ragazzi di Reggio giocheranno con loro nelle piazze, organizzeremo tre vs tre nei quartieri a rischio. Tutto questo e molto altro è e sarà la VIOLA. Perchè, molto presto, tornerò, in veste di Presidente, a dire quanto 22 anni fa dissi da giovane dirigente accompagnatore delle giovanili ad un albergatore del Nord che mi obiettava che una tal cosa che a me non stava bene era stata, invece accettata, ad esempio, dalle giovanili di Olimpia Milano e Virtus Bologna: “Signore, non si dispiaccia, io rispetto tutti, ma si ricordi bene e per sempre questo nome: NOI SIAMO LA VIOLA REGGIO CALABRIA…” Intanto, proseguono i lavori di ristrutturazione del Palacalafiore la cui consegna sarà per settembre in modo tale che i reggini possano esordire con Omegna nel famoso teatro di tante ed epiche battaglie cestistiche. Come detto, si lavora anche per completare l’organico: sei caselle sono state riempite con le conferma di Ammannato, Loupusor e Spera ai quali vanno aggiunte le new entry Toure, Rezzano e Deloach. Mancano quattro pedine per completare la rotazione e l’obiettivo è finire l’opera prima del 17 agosto in modo tale che coach benedetto abbia il roster al completo quando partirà al raduno. La società del patron Muscolino sta cercando di lanciare una grande campagna di comunicazione perché vuole tornare ad essere un punto di riferimento per la città dello stretto e gli albori di questa nuova stagione lasciando ben sperare per un futuro prossimo pieno di soddisfazioni sul parquet e non solo..

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano