Burundi, omicidio delle suore italiane: fermati due sospetti

suora13:00 – Sarebbero due i sospetti fermati a seguito del triplice omicidio che ha visto perdere la vita  a tra suore missionarie italiane in Burundi. Sono in corso le operazioni di interrogatorio per i tre guardiani del convento, nel frattempo arriva la smentita sull’abuso sessuale di cui si parlava avessero subito le prime due vittime.

15:50 – Sale a tre il numero di suore missionarie morte in Burundi nella missione di Kamenge. La terza missionaria, suor Bernardetta Boggian, 79enne, sarebbe morta in un secondo momento nella notte di domenica. Secondo le testimonianza, suor Bernardetta si era recata dal responsabile missionario poichè in pensiero per le altre due consorelle di cui non aveva più notizie. In seguito, suor Bernardetta aveva rinvenuto i corpi di suo Olga e Lucia nell’abitazione in cui erano ospitate. Un efferata aggressione che ha visto le due suore – secondo la polizia locale – violentate, sgozzate e decapitate. Quella di suor Bernardetta sarebbe avvenuta successivamente.

aggiornamento

Si è appreso ieri notte dal sito web della diocesi di Parma che Olga Raschietti e Lucia Pulici, le due missionarie italiane saveriane che operavano in Burundi nella missione di Kamenge, sono state uccise. Ancora non è chiara la dinamica degli eventi ma pare fosse una rapina, da parte di uno squilibrato, finita nel peggiore dei modi. Il ministro Federica Mogherini attende un resoconto dalle autorità locali e spera di poter fare rimpatriare al più presto le salme delle due suore italiane.

Recommended For You

About the Author: Ilenia Borgia