Ucraina, bombardamenti nonostante la tregua. Premier russo Medvedev: “Le sanzioni minano la pace”

bombardamenti ucrainaLa guerra delle sanzioni non porta alla pace in Ucraina ma, al contrario, minaccia il sistema di sicurezza globale: lo sostiene il premier russo Dmitri Medvedev in una intervista al quotidiano “Vedomosti”. “Se ci saranno sanzioni connesse all’energia o ulteriori restrizioni al nostro settore finanziario – avverte -, dovremmo rispondere in modo asimmetrico, ad esempio con restrizioni nella sfera del trasporto aereo”.Il primo vice premier dell’autoproclamata repubblica di Donetsk, Andrei Purghin, ha annunciato che lo scambio di prigionieri tra Kiev e i ribelli dell’est ucraino è previsto per mercoledì. Purghin ha aggiunto che le autorità locali stanno preparando la lista con i nomi dei prigionieri.Nonostante la tregua, scattata ufficialmente venerdì sera alle 18 ora locale, nell’Ucraina dell’Est riprendono gli attacchi. Una serie di bombardamenti sporadici, con anche raffiche di armi automatiche, si sono verificati all’alba nella periferia di una delle principali città dell’Ucraina orientale, Mariupol ed almeno una persona, una donna, ha perso la vita. Colpi di artiglieria sono invece stati sparati nei pressi dell’aeroporto di Donetsk, capitale della ribellione filorussa, mentre già sabato da Mariupol erano giunte notizie di esplosioni, di una colonna di fumo e fuoco a un posto di controllo e dell’improvvisa fuga notturna di numerose automobili.

Recommended For You

About the Author: Giulio Borbotti