Officina Calabria: si sta uccidendo il commercio sul Corso Garibaldi

officina-calabriaNon abbiamo nulla da aggiungere a quanto già lamentato in questi mesi dai numerosi commercianti, organismi di settore, semplici cittadini ma le legittime proteste non possono passare inosservate mantenendo una situazione di immobilismo che rischia, in una crisi economica sistemica, di aggravare ulteriormente l’attività commerciale di numerosi esercizi che operano sul corso Garibaldi. La mancanza di coordinamento, errori progettuali, la lentezza della ditta appaltatrice, gli ostacoli burocratici più o meno legittimi posti dalla Soprintendenza non possono scaricarsi sugli esercenti commerciali ;non è un caso che tale situazione sta provocando la chiusura di alcuni esercizi che operano nella parte del corso interessata ai lavori. La terna commissariale, sì, sempre quella, ci lascia l’ultimo regalo di una gestione disastrosa. Ora si tratta di correre ai ripari decidendo una volta per tutte e individuando le soluzioni più rapide per un settore ,quale il commercio, che è ridotto allo stremo. Le proposte che si sentono in queste settimane per uscire dal vicolo cieco sono le più svariate ma non si intravede all’orizzonte  una linea comune e condivisa. Ma a questo punto con i lavori in corso, con un appalto definito le cui eventuali modifiche potrebbe determinare contenziosi e il blocco delle attività di cantiere, con le difficoltà a ripristinare la situazione ex ante ove si decidesse di mantenere la pavimentazione attuale , appare più ragionevole procedere come da appalto con la nuova pavimentazione e  il recupero di quella esistente,peraltro assente o rovinata in più punti, da utilizzare in altre zone del centro storico ,anche nella prospettiva di portare alla luce il vecchio selciato con ulteriori finanziamenti;in tal modo si  creerebbe un’area degna dei  migliori centri storici nazionali. Questa è anche l’idea dei numerosi commercianti con i quali ci siamo confrontati; a ciò si aggiunga la necessità di rivedere il cronoprogramma dei lavori che registra ormai un notevole ritardo prevedendo aree di cantiere più limitate sulle quali procedere con urgenza al completamento dei lavori  e  riducendo così al minimo i disagi.

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano