Legge di Stabilità: Il popolo delle partite iva quello meno tutelato

money2Sette anni di profonda crisi economica ha messo sempre più in difficoltà il ceto medio produttivo italiano, vera risorsa del Paese. Nel 2015 già chiuse 350mila attività e un lavoratore autonomo su quattro è a rischio povertà. Secondo i dati dell’ufficio studi della Cgia, nel 2013 il 24,9% delle famiglie che si mantengono tramite un lavoro principale autonomo ha vissuto con un reddito inferiore a 9.456 euro annui che è la soglia di povertà calcolata dall’Istat. Chi basa le proprie entrate su un lavoro autonomo ha un rischio povertà quasi doppio rispetto ad un lavoratore dipendente. Anche per le famiglie con reddito da pensione la situazione non è rosea ed infatti il reddito percepito a fine anno è stato calcolato al di sotto della soglia di povertà (20,9%). Le famiglie dei lavoratori dipendenti, vivono con più “ossigeno” questa fase in quanto per loro il tasso si è attestato al 14,4%, circa la metà rispetto al dato riferito alle famiglie degli autonomi. Il lavoratore autonomo quando cessa l’attività non dispone di nessuna forma di reddito che gli venga incontro a sostegno infatti le partite iva, non usufruiscono dell’indennità di disoccupazione o della cassa integrazione. Chiusa l’attività ci si può solo rimettere in gioco, aprirne un’altra se si hanno soldi da parte (caso raro) o cercare un altro lavoro ma spesso l’età non più giovanissima e le difficoltà del mondo del lavoro attuale costituiscono una situazione insuperabile e lasciano gli ex-lavoratori autonomi preda quando le cose vanno bene del lavoro nero. Una soluzione potrebbe essere quella di allargare gli ammortizzatori sociali anche ai lavoratori autonomi, i quali , a differenza degli altri, già non hanno usufruito dei famosi 80€ donati dal governo Renzi, e non acquisiscono vantaggi dal taglio dell’IRAP se non per coloro che hanno dipendenti. La legge di Stabilità prevede pochissime misure a sostegno degli autonomi che risultano i più danneggiati dalla crisi epocale che stiamo vivendo.

Recommended For You

About the Author: Fabrizio Pace

Born in Reggio Calabria (ITA) in 1972, I was a basketball player at a competitive level for many years until, my passion for the internet and for design has led me, after studies, followed by a master for WEB DESIGNER coordinated by one of the most important industries that create software in this area. I started as a freelancer in 2000 and then became the owner of my WEB AGENCY, www.globalnetservice.eu , which is primarily concerned with the creation of websites and networks. In 2010 I created, along with some friends, the daily online www.ilmetropolitano.it , on which I write occasionally, and which are currently the founder and manager