Imola-Viola 75-72

logo_viola-01-015PARZIALI: 28-11/ 37-28/ 53-47

IMOLA: De Nicolao 4, Maganza 10, Prato 15, Bartolucci 7, Anderson 10, Sedioli, Bushati 14, Guazzaloca, Hassan 15, Preti. All. Ticchi

VIOLA: Deloach 17, Rezzano 6, Rossi 5, Rush 22, Ammannato 8, Casini 13, Azzaro, De meo, Loupusr, Spera 1. All. Benedetto.

ARBITRI: Galasso di Genova, Radealli di Rho, Perciavalle di Torino.

Ottava giornata del girone d’andata per il campionato di Legadue Silver; la Viola torna in trasferta per andare a far visita al temibile Imola, formazione che vuole tornare in alto dopo un passato importante.

La sfida termina con la vittoria dei padroni di casa che, dopo un primo quarto perfetto, subiscono il ritorno della compagine dello stretto che però arriva stanca nei minuti finali dove lascia spazio all’ultima fiammata degli imolesi senza più riprenderli dopo un altro finale al cardiopalma.

Settimana di lavoro normale per la Viola che sta cercando di crescere settimana dopo settimana sotto gli ordini di coach Gianni Benedetto che sta plasmando questo gruppo che ha grandi potenzialità. I reggini vogliono riprendere il discorso con la vittoria dopo l’inatteso stop interno con Ferrara di domenica scorsa in casa in una sfida che ha lasciato l’amaro in bocca a Rezzano e compagni per il convulso finale. L’avversario del giorno è Imola allenata da un coach esperto come Ticchi che si affidano ad un gruppo in cui si miscelano perfettamente giovani in rampa di lancio e vecchi leoni.. Ostacolo difficile dunque per una Viola che cerca punti importanti contro una squadra che sogna un posto ai play-off. intanto, nella vigilia del sabato imolese, la squadra viene caricata dalla visita di un gradito vecchio amico: Charlie Recalacati è andato a trovare la sua ex compagine per auguragli buona fortuna e dare un saluto al suo allievo Gianni Benedetto. Ora sapiente coach di una realtà che vuole stupire.

Ed ecco che comincia la gara con il primo quarto che dice che nel primo quarto è un dominio assoluto degli scatenati padroni di casa; Imola buca ripetutamente il canestro di una Viola che non aveva mai difeso così male ed anche in attacco le cose non sono positive ed, infatti, più diciassette è lo scarto dopo dieci minuti di gioco. Ma i neroarancio non si abbattono e lentamente rientrano in gara fino a recuperare nove punti in un buon secondo periodo in cui hanno riaperto la gara. Ed è lenta la risalita della Viola che non si fa mettere sotto dopo la pausa lunga; anzi, i reggini spinti da un ottimo Casini, cominciano il quarto periodo con solo sei lunghezze di svantaggio. Meno uno a metà periodo dopo la bomba di un Deloach che apre un finale incandescente; arriva il sorpasso dopo una grande giocata di Rush per una Viola che vola sul più quattro. Ma Imola dimostra di non essere intimidita dalla rimonta dei reggini ed i ragazzi di coach Ticchi si rendono protagonisti di un contro parziale. Dalla luntta, Imola è fredda e non sbaglia nulla mentre i reggini non fanno lo stesso ed incassano una sconfitta che ne ferma la corsa verso le alte posizioni.

Va in archivio anche questa sfida per una Viola che oggi si godrà il classico lunedì di riposo ma, domani, torna di nuovo in pista perché c’è da preparare il match di domenica prossima con il Legnano contro i quali i reggini cercheranno un successo interno importante ai fini di una classifica che ha avuto una battuta d’arresto dopo le recenti sconfitte con la speranza di poter tornare finalmente a giocare al Palacalafiore.

Giuseppe Dattola

Recommended For You

About the Author: Giuseppe Dattola