La Dinamo Sassari vince la sua seconda Coppa Italia, 94 -101, batte l’Olympia Milano a Desio

La Dinamo Sassari  bissa il successo dell’anno scorso in Coppa Italia. Batte ancora l’ Armani Jeans Milano che aveva affrontato insassari questa stagione durante la finale di Super Coppa Italiana. Gli uomini di Meo Sacchetti hanno dimostrato al Pala Desio di avere la giusta determinazione per fare bene anche nel finale di questo campionato. Milano è sembrata in tutte le gare non proprio al top della forma fisica, anche se l’orgoglio delle Scarpette Rosse ha fatto si che lo scarto fosse contenuto nel finale a soli 7 punti. Devastanti in fase realizzativa le guardie sarde ben coadiuvate a rimbalzo ed in fase difensiva dal reparto lunghi. Sassari arrivata anche ad un +18 punti  di scarto fa dell’atletismo la sua arma principale e se non la si affronta in un momento di forma più che buono il tasso tecnico superiore serve a poco. E’ stata una bella partita, maschia, forse un po’ nervosa che chiude 3 i giorni di buon basket delle  Final Eight. Milano deve necessariamente “ritrovare” diversi giocatori se ha intenzione di proseguire il suo cammino in Eurolega. MVP del match David Logan (D. S.) 25 pt ma anche Jerome Dyson 27 pt ha fatto una partita sopra le righe. In casa Armani top scorer  Joe Ragland 21pt ma tra tutti si è distinto anche un volenteroso Nicolò Melli che al di la dei 9pt è stato con David Moss  l’ultimo a mollare. coppa Italia

 

 

 

 

 

 

FMP

Recommended For You

About the Author: Fabrizio Pace

Born in Reggio Calabria (ITA) in 1972, I was a basketball player at a competitive level for many years until, my passion for the internet and for design has led me, after studies, followed by a master for WEB DESIGNER coordinated by one of the most important industries that create software in this area. I started as a freelancer in 2000 and then became the owner of my WEB AGENCY, www.globalnetservice.eu , which is primarily concerned with the creation of websites and networks. In 2010 I created, along with some friends, the daily online www.ilmetropolitano.it , on which I write occasionally, and which are currently the founder and manager