Lega e Forza Italia ai ferri corti

lega forza italiaSono più i momenti e gli episodi di attrito e contrasto che quelli di condivisione e riavvicinamento. La Lega e Forza Italia sembrano più distanti che mai. La certezza chiaramente non appartiene a questo mondo, almeno per ciò che riguarda le “cose” della politica, tuttavia è innegabile che le distanze si stiano ingigantendo. Non riguardano più soltanto il momento elettorale e, quindi, la necessità di proporre una colazione che si limiti a riproporre soluzioni ormai passate in giudicato soltanto per creare forzosamente qualcosa che sia alternativo alla sinistra. No, c’è di più, e il leader del carroccio lo dice chiaramente. Le divisioni all’interno del centrodestra riguardano sempre più sia i contenuti che la prospettiva politica, tanto è vero che – secondo i piani dell’eurodeputato lombardo – la Lega potrebbe persino imboccare la strade della corsa solitaria alle imminenti elezioni regionali di Maggio.

La posizione di Salvini

salvinieuro“Ad oggi con Berlusconi non c’è un accordo sul piano politico nazionale perché a Bruxelles sediamo su banchi diversi: lui difende l’euro, noi riteniamo l’euro una moneta sbagliata. Lui è insieme alla Merkel, noi siamo insieme alla Le Pen”. Parole chiare che, tuttavia, non suonano come una chiusura definitiva ed assoluta nei confronti del numero uno di Forza Italia. Quello che Salvini vuole, infatti, è una maggiore chiarezza da parte di Silvio Berlusconi rispetto a quelli che sono i suoi veri obiettivi e alla posizione che Forza Italia intende assumere nell’immediato futuro. Preoccupazioni condivisibili, anche perché il centrodestra è totalmente sprovvisto non soltanto di un progetto di Governo credibile che vada oltre la condanna dell’aumento della pressione fiscale ma anche di una figura forte e carismatica che sappia e riesca a succedere all’ex cavaliere. Salvini a parte.

I rapporti tra Lega e FdI

MeloniMa se i rapporti con il partito dei moderati sono sempre più tesi, complice anche la chiusura di Salvini nei confronti di Alfano, reo di essere alleato di Governo del partito democratico, senz’altro migliori sono quelli con Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni. L’ex Ministro della Gioventù, intervista da “La Repubblica” si dice pronta a costruire con Salvini una destra giovane. E di punti in comune ce ne sono diversi, a partire dall’opposizione all’euro e all’Europa dei banchieri, dell’immigrazione senza controllo e di quella che definisce “troika” tutta italiana, Monti-Letta-Renzi. FdI sarà quindi presente assieme alla Lega sabato a Roma e il 7 marzo a Venezia.

La replica di Toti:

(Qui il messaggio completo. Toti a Salvini: “Puntiamo a coalizioni ma non siamo disposti a essere presi in giro”)

Giovanni_Toti_2Non tarda ad arrivare la replica di Forza Italia, che per bocca del consigliere politico Giovanni Toti, commentando le parole di Salvini dichiara di essere “effettivamente diversi”. “Lui dice che abbiamo idee diverse di Italia ed Europa, io comincio a credere che la Lega non abbia idee precise né dell’Italia né dell’Europa. Toti esalta le esperienze – “da valorizzare” – in Lombardia e Veneto, “due ottime amministrazioni regionali, guidate da leghisti, con alle spalle una coalizione di centrodestra che va dalla Lega, a Forza Italia, dal Nuovo Centro Destra, all’Udc e ad altre coalizione politiche”. Cosi nella sua pagine facebook, dove conclude con una piccola stoccata: “Matteo Salvini va in piazza a manifestare contro Renzi ma, con il suo atteggiamento, garantisce a questo governo una vita lunghissima”.

Recommended For You

About the Author: Luigi Iacopino