Ospedale fantasma di Gerace: il Sindaco Varacalli torna alla carica per il suo utilizzo - Ilmetropolitano.it

Ospedale fantasma di Gerace: il Sindaco Varacalli torna alla carica per il suo utilizzo


Varacalli, Scura e Rinaldis_ospedale GeraceCon deliberazione n° 32/2015, adottata dalla Giunta Comunale, presieduta dal sindaco, Giuseppe Varacalli, il Comune di Gerace ha avanzato una nuova istanza, alle autorità competenti, per l’utilizzo della struttura di “Largo Piana”, costruita per essere destinata ad Ospedale Geriatrico, per Lungodegenza e Riabilitazione ma mai entrata in funzione malgrado abbia comportato un costo di circa 9 miliardi delle vecchie lire.Considerate le recenti nomine del Commissario Straordinario per la Salute in Calabria, Ing. Massimo Scura, e del Commissario Straordinario dell’Asp 5 di Reggio Calabria, Dott. Santo Gioffrè, il primo cittadino geracese ha deciso di riproporre lo spinoso argomento del mancato utilizzo della struttura ripartendo dall’ultima (in ordine di tempo) disposizione a suo tempo adottata dal predecessore del Commissario Gioffrè, Dott. Francesco Sarica. Quest’ultimo, infatti, nell’ambito di un programma di riorganizzazione ed ottimizzazione degli spazi e dei servizi aziendali, aveva disposto che la struttura geracese venisse utilizzata per attività riabilitative di tipo estensivo. Nello specifico: un modula di RSA medicalizzata (20 posti letto); tre moduli di RSA anziani (60 posti letto); un modulo di RSA nucleo per demenze tipo Alzheimer (20 posti letto); un modulo di riabilitazione extra ospedaliera per disturbi del comportamento alimentare (20 posti letto); ed un modulo di riabilitazione extra ospedaliera a ciclo continuativo (20 posti letto). Nella delibera ora adottata dall’esecutivo geracese viene sottolineato che il Piano di Rientro a suo tempo approvato dalla Regione Calabria, evidenzia la necessità di individuare presidi complementari alla degenza per acuti con particolare attenzione per le attività di lungodegenza e riabilitazione e che anche l’ultimo Piano Sanitario approvato dalla Regione attribuisce alla struttura di Gerace funzione sanitaria. Venerdì scorso il Commissario Straordinario per la Salute, Ing. Scura, su invito del sindaco Varacalli, ha effettuato un sopralluogo all’immobile di Largo Piana potendo così constatare, personalmente, lo stato in cui versa l’immobile il cui mancato utilizzo, secondo una sentenza della Corte dei Conti, ha comportato un danno erariale di circa 2 milioni di euro. “Un disastro”, questo l’unico commento del Commissario Scura ad una specifica richiesta degli amministratori che lo hanno accompagnato nella visita alla struttura (insieme col primo cittadino erano, infatti, presenti l’Assessore Giuseppe Filippone ed il Consigliere Andrea Rinaldis). Da parte sua, comunque, l’Ing. Scura (era accompagnato dal Responsabile del Dipartimento Ospedaliero, Dott. Domenico Calabrò, e dal rappresentante dell’Ufficio Tecnico, geom. Domenico De Lillas) ha assicurato che, una volta acquisite tutte le cognizioni e la documentazione necessaria, adotterà una decisione in merito lasciando intravedere una ferma volontà ad utilizzare la struttura. La delibera di Giunta con la quale il Comune di Gerace reitera ora la richiesta di attivare presso l’immobile di Largo Piana un centro di eccellenza per attività residenziale e di riabilitazione, è stata inviata oltre che al Commissario Straordinario Scura, anche al Presidente della Regione, Mario Oliverio, al Dipartimento Regionale della Salute, al Commissario Straordinario dell’Asp reggina ed al Ministro della Salute. “Quella per l’utilizzo della struttura di Largo Piana, riferisce il sindaco Varacalli, è una battaglia che non consideriamo persa né conclusa, perché non ci si può arrendere di fronte al silenzio e alle non decisioni. Non possono restare inascoltate le istanze di un territorio né dissolti nel vento dell’indifferenza nove miliardi di vecchie lire frutto di finanziamenti pubblici. Confido molto nella sensibilità e nella professionalità dei Commissari Scura e Gioffrè, le cui sapienti decisioni sapranno certamente dare le giuste risposte ad un’assurda vertenza che non rende onore alle istituzioni, alla politica ed alla morale.

banner

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano