Fitto: “guardare oltre”. Il Cav: “operazione senza senso politico”

berlusconi-fittoNeppure il drammatico dato politico fuoriuscito dalle recenti elezioni comunali in Trentino è riuscito a portare un po’ di calma all’interno di Forza Italia. Anzi, se fosse possibile, la tensione tra le due anime più importanti del partito – quella che fa capo a Silvio Berlusconi e quella che si riconosce in Raffaele Fitto – sono sempre più distanti, aggravando ulteriormente, tra l’altro, la pesante contrapposizione che ha diviso il centrodestra in Puglia in vista delle imminenti elezioni.

Fitto, attraverso il suo sito internet, proprio in queste ultime ore, si è impegnato in una serie di chiarimenti decisivi. L’aspetto forse più importante riguarda il fatto che “il cammino politico che abbiamo intrapreso da tempo con tanti parlamentari – si legge – è limpidamente alternativo a Renzi e alla sinistra”. “Vogliamo cioè impegnarci a costruire l’altro lato dello schieramento politico – prosegue l’europarlamentare azzurro – ispirandoci al modello dei Conservatori inglesi, come noi diciamo da oltre un anno”. Insomma per Raffaele Fitto il punto di riferimento, peraltro rafforzato dal recente successo elettorale, è quello rappresentato da David Cameron. E all’interno di questo scenario, il ruolo di Silvio Berlusconi sarebbe addirittura marginale perché il Cav – riporta il TgCom, riprendendo le parole del numero uno di Forza Italia in Puglia, “rappresenta oggi una politica vecchia e superata”. FORZA-ITALIA-430x200Parole senz’altro dure che, però, rappresentano lo stato d’animo che si respira in un certa parte dell’elettorato moderato, stanco delle continue divisioni ma anche di alcuni importanti errori politici e di valutazione commessi negli ultimi tempi, molti dei quali da addebitare ai fedelissimi dell’ex Premier.

Altrettanto duro il commento di Berlusconi che, da Bari, in visita alla candidata Poli Bortone, non solo respinge al mittente le accuse di aver regalato l’Italia a Renzi e la Puglia a Emiliano, ma, rincarando la dose, affonda il colpo: “Il centro-destra in Puglia non è affatto diviso. Esistono solo frange eterogenee messe insieme per una piccola operazione legata a vecchie logiche notabilari, senza speranza e senza senso politico”.

Recommended For You

About the Author: Luigi Iacopino