Grecia quale futuro?! - Ilmetropolitano.it

Grecia quale futuro?!

tsipras Il referendum in Grecia si è concluso e come tutto il mondo sa il risultato è stata una netta vittoria del NO, quasi il 62% , contro un SI quasi inesistente…
Il risultato vuol far capire agli “eurocrati” di Bruxelles che forse qualcosina bisognerebbe cambiare. Di certo i greci, o meglio l’esecutivo greco, dovrebbe darsi “una mossa” come verrebbe da dire perché dalle parole di Alexis Tsipras sarebbe arrivata una richiesta di un prestito ponte, da concedere nelle prossime 48 ore, del valore di circa 7 miliardi per fronteggiare l’emergenza in cui versa l’economia greca e far fronte ai debiti in scadenza, richiesta al vaglio del presidente della commissione UE Jean Claude Juncker, il quale fa intendere senza mezzi termini, che la “Grexit” deve essere l’ultima cosa da affrontare.
Juncker sembra ottimista sull’esito della questione Grecia, tiene lontano i “neri fumi” e le “plumbee nubi” che invece molti vorrebbero far comparire. La Francia per voce del premier Manuel Valls, fa intendere di essere concorde anche su un eventuale “ristrutturazione” del debito greco; parole che trovano la netta contrarietà del vicepresdiente della Commissione, Dombrovskis, secondo il quale la permanenza della Grazie nell’Eurozona dipende dalla sua capacità di presentare proposte credibili, e del ministro tedesco delle Finanze, Wolfgang Schaueble, che boccia l’ipotesi di un taglio del debito in quanto “contraria ai trattati”. Gli scenari e le ipotesi sono molte, di certo sta il fatto che il Governo greco ha annunciato la chiusura della borsa di Atene almeno fino all’8 luglio, che il paese per poter “sopravvivere” come richiesto dal premier greco Tsipras ha bisogno nell’immediato di 7 mld di €.juncker Tra poco le banche greche non disporranno più di liquidità, e lo stato dovrà trovare il modo di pagare pensioni e stipendi pubblici…. Però nulla è perduto, si spera, perché non dimentichiamoci che alle porte dell’Europa c’è sempre la Russia di Putin che sembra intenzionata a dare una mano al “compagno” Tsipras… Fantapolitica? Potrebbe essere, ma per la Russia sarebbe un “trampolino” di lancio per allargare la sua “egemonia” di influenza nel Mediterraneo. La paura di una possibile Grexit, sarebbe reppresentata dal possibile contagio che potrebbe attaccare gli altri paesei deboli dell’aura Euro, fra cui il nostro, fatto presente dal FMI il quale fa notare che gli avversi sviluppi in Grecia potrebbero avere un sostanziale impatto sull’Italia tramite effetti sulla fiducia, anche se l’esposizione diretta e’ limitata, come limitati sono i rischi di contagio nel breve termine. Quindi la Grexit potrebbe anche dare il via ad una “reazione” a catena di “implosione o esplosione” dell’UE.
Naturalmente queste sono tutte proiezioni ed ipotesi tutte da valutare e ponderare.
Si spera solamente che i prossimi incontri non siano solo incontri fra “muti” o “sordi”, ma che ci sia da entrambi le parti una volontà di risoluzione definitivo del problema, e non un “rimandare” a data da destinarsi.

 

Antonella Postorino

Recommended For You

About the Author: Antonella Postorino