Lapide a Borsellino

msiAnche stamane una delegazione del Movimento Sociale Italiano-Fiamma Tricolore ha partecipato alla cerimonia di scopertura della targa, posta nella rinnovata Piazza Michele Bianchi (oggi piazza Matteotti), in memoria di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino e delle loro scorte, massacrati 23 anni fa in due attentati mafiosi a Palermo. Prosegue così il cammino nel segno della Legalità e della Giustizia del MSI-Fiamma Tricolore con l’auspicio che le due cose tornino ad essere sinonimi inscindibili come lo sono stati per anni e come non lo sono, sempre più, oggi sotto l’attacco portato, dopo quello mafioso, da ambienti anche rispettabili delle Istituzioni. Non è infatti potuto sfuggire ad alcuno che tanti provvedimenti legislativi emanati negli ultimi anni non sono più nel segno della Giustizia, soprattutto quella Sociale, ma vengono emanati a prescindere da qualsiasi valutazione di carattere etico e, appunto, di equità sociale (solo per esempio possiamo citare il riordino del sistema pensionistico, che tutela le pensioni d’oro e penalizza ancor più quelle minime). Diceva Paolo Borsellino, in una frase purtroppo monca nella targa inaugurata oggi, che “Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura non muore mai!” e noi tutti non dobbiamo avere paura di schierarci dalla parte della verità e del diritto a difesa dei cittadini comuni lottando “tutte le mafie” da quelle con la lupara in spalla e la coppola in testa a quella, ben più pericolosa e distruttiva, dei cosiddetti “colletti bianchi” per tornare ad una Giustizia che sia finalmente GIUSTA!!!

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano