Legge Stabilità. Renzi il premier di sinistra che fa le cose di destra

casaApprovata la legge di stabilità con una manovra da 27 miliardi e senza aumenti nelle tasse, un dato col segno più per la prima volta della recente storia repubblicana.  Sparisce l’imu agricola e quella sui beni delle imprese e delle industrie, sono anche previsti incentivi per il settore. Tutele fiscali per le partite iva ed i lavoratori autonomi. Ma il maggior taglio si avrà dall’abolizione della tassa sulla prima casa. Nulla di nuovo sulla scena politica italiana se non fosse che Mattero Renzi è l’espressione dei voti della sinistra nazionale. L’antica IMU è sempre stata avvertita dagli italiani, per lo più possessori di casa ed in percentuale rilevante rispetto al resto d’Europa, come una tassa ingiusta. I dem hanno fatto di quell’imposizione invece un cavallo di battaglia per tassare in maniera maggiore, a dir loro, i ricchi, i multi proprietari, i possessori di ville e castelli (in tutto si parla di 45.000 residenze di lusso). Ai tempi in cui Silvio Berlusconi era presidente del Consiglio ci fu una dura battaglia per rimuovere l’IMU, autentica “fissazione” della destra italiana, con alcuni media importanti che spalleggiavano la sinistra. Questi per giorni riempirono le prime pagine con la lista di tutti i paesi europei nei quali si paga la tassa sulla prima casa e riguardo i rischi dei mancati introiti derivanti dalla stessa ai Comuni. Oggi che è Matteo Renzi a proporne l’abolizione, sembra quasi che sia del tutto normale eliminarla e che non esistano problemi di bilancio. Solo l’ala estrema del Partito Democratico, quella rappresentata da Cuperlo, è critica con il primo ministro. I cuperliani, credono che così facendo si dia invece solo una grossa mano ai ricchi e si aumenti quindi il divario sociale con i poveri. 

CasaLa scelta di Renzi ottiene già i favori degli italiani, che ancora una volta potrebbero dargli fiducia (termine indicato dal premier durante la conferenza stampa per indicare la legge di stabilità) nonostante per adesso siano tanti gli annunci non mantenuti. Sarà forse la solita mossa pre-elettorale? Dove troverà le coperture per l’eliminazione della tassa? L’Italia e la minima ripresa economica che si avverte è frutto della politica finanziaria del governo o del ” calo” del prezzo del greggio? Oppure toglieranno il tributo sulla prima casa per poi pagarne il vero prezzo dopo le elezioni con aumento delle tasse? Il governo si prepara già a far cassa con la tassa sul canone Rai inclusa nella bolletta dell’Enel, un provvedimento che fa molto discutere per le difficoltà di accertamento che ne scaturiranno. ma che nelle intenzioni dell’esecutivo dovrebbe eliminare l’evasione di un’altra delle tasse più odiate dagli italiani.

Recommended For You

About the Author: Fabrizio Pace

Born in Reggio Calabria (ITA) in 1972, I was a basketball player at a competitive level for many years until, my passion for the internet and for design has led me, after studies, followed by a master for WEB DESIGNER coordinated by one of the most important industries that create software in this area. I started as a freelancer in 2000 and then became the owner of my WEB AGENCY, www.globalnetservice.eu , which is primarily concerned with the creation of websites and networks. In 2010 I created, along with some friends, the daily online www.ilmetropolitano.it , on which I write occasionally, and which are currently the founder and manager