In arrivo 30 mld di tredicesime. Benefici anche per l’erario

TREDICESIME A CONFRONTO (2015 – 2014)Si avvicina dicembre e, assieme all’ultimo mese dell’anno, si avvicina anche il tempo delle tredicesime. Ai 33 milioni di pensionati e lavoratori dipendenti, al netto delle ritenute Irpef, sarà erogato un importo quasi pari a 30 miliardi di euro. Le ritenute di cui sopra, invece, garantiranno all’erario entrate per ben 10 miliardi di euro. Questo è quanto emerge da un comunicato della Cgia di Mestre che evidenzia come “per i lavoratori dipendenti l’importo reale della tredicesima 2015 sarà leggermente superiore a quello percepito l’anno scorso”. “Nello specifico – si legge ancora – si tratta di 14 euro in più per un operaio specializzato, di 16 euro in più per un impiegato, mentre per un capo ufficio l’incremento sarà di 25 euro. Per un pensionato con un assegno mensile netto di poco meno di 1.000 euro al mese, invece, l’aumento rispetto al 2014 sarà di soli 3 euro”.

L’Associazione Artigiani Piccole Imprese Mestre, tuttavia specifica che “questi risultati altro non sono che una stima elaborata dall’Ufficio studi della CGIA” che ha fatto i conti in tasca alle categorie degli operai, degli impiegati e dei quadri/capo ufficio, tutti occupati nel settore privato, a cui ha sommato “la situazione di un pensionato con un assegno mensile netto di poco inferiore ai 1.000 euro”.

Cgia tredicesime

Sulla base dell’indagine effettuata, è emerso, in primo luogo, che un per un “ipotetico operaio specializzato, con una retribuzione lorda annua di poco superiore ai 22.700 euro”, la tredicesima sarà pari a 1.328 euro netti, ovvero “14 euro in più rispetto alla tredicesima percepita nel 2014”. “Per un impiegato con una retribuzione lorda annua che sfiora i 27.500 euro, la tredicesima di quest’anno sarà di 1.483 euro netti: 16 euro in più rispetto al 2013. Per un capo ufficio con una retribuzione lorda annua di quasi 51.000 euro, la mensilità aggiuntiva che percepirà il mese prossimo sarà di 2.563 euro netti: 25 euro in più di quella percepita nel 2014”. Infine, “per un pensionato con un imponibile annuo Irpef di quasi 17.000 euro, la tredicesima ammonterà a 987 euro: 3 in più rispetto a quella incassata nel 2014”.

Recommended For You

About the Author: Luigi Iacopino