Precariato, calo assunzioni private a febbraio 2016: -12% sul 2015 - Ilmetropolitano.it

Precariato, calo assunzioni private a febbraio 2016: -12% sul 2015

lavoroIl precariato continua a essere un problema. A testimoniarlo i dati, mai certi e definitivamente rassicuranti, pubblicati dagli istituti di ricerca. A febbraio 2016, infatti, “le assunzioni attivate da datori di lavoro privati” sono risultate 341.000, “con un calo di 48.000 unità (–12%) sul febbraio 2015”, di poco inferiore a quello di gennaio (-17%). A rivelarlo è l’Inps che, pubblicando i dati dell’Osservatorio sul precariato, attesta come “questo rallentamento ha coinvolto essenzialmente i contratti a tempo indeterminato, 46.000, pari a -33% sul febbraio 2015”. Per quanto riguarda, invece, i contratti a tempo determinato “a febbraio si registrano 231.000 assunzioni, una dimensione del tutto analoga a quella degli anni precedenti”.

Apprendistato e Cessazioni

Ai suddetti dati che riguardano il rapporto tra contratti a tempo indeterminato e contratti a tempo determinato, vanno rapportati i dati che riguardano “le assunzioni con contratto di apprendistato” che sono state quasi 15.000, facendo registrare una diminuzione del 3%, e le cessazioni che “risultano diminuite del 7%”.

Effetto esonero

lavoroVa detto, tuttavia, che, sul fronte assunzioni, l’andamento più importante è stato registrato a dicembre 2015 – periodo in cui “si sono registrati quasi 400.000 rapporti di lavoro instaurati, attivati o trasformati” – che “era l’ultimo mese per usufruire dell’esonero contributivo triennale” che – si legge ancora nel comunicato dell’Inps – è stato “pari a quasi quattro volte la media degli 11 mesi precedenti (107.000)”.

Secondo quanto diffuso dall’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale, nel bimestre gennaio-febbraio 2016 il saldo mensile, tra assunzioni e cessazioni, è risultato essere pari a +167.000, inferiore al +244.000 del corrispondente bimestre 2015.

Di seguito il quadro aggiornato dei dati 2015

(Fonte: Inps)
(Fonte: Inps)

 

Recommended For You

About the Author: Luigi Iacopino