S&P lascia invariato il rating a "BBB-" per il nostro Paese - Ilmetropolitano.it

S&P lascia invariato il rating a “BBB-” per il nostro Paese

rating

14\04\2016 – Le promesse, le slide e i discorsi a cui ci sta abituando una parte della politica, pare funzioni solo in parte con il popolo italiano mentre per gli osservatori economici stranieri la loro opinione verso il nostro paese non subisce alcun cambiamento. Infatti S&P (Standard & Poor’s) conferma il suo rating di affidabilità al nostro paese pari a “BBB-” con prospettive stabili. (ansa.it) un gradino sopra al Junk (spazzatura), confermando il taglio delle stime di crescita per l’Italia, portandole all’1,1% per il 2016 e all’1,3% per il 2017. L’agenzia Moody’s vede un pochino meglio il nostro paese affibiandogli un “Baa2” mentre Fitch un “BBB+”. S&P spiega che una promozione potrebbe arrivare se continuano le riforme a sostegno della crescita, migliora la “prevedibilità” della politica di bilancio e il governo mette il debito “su una sostenuta traiettoria discendente”. Ciò che pesa sul giudizio negativo dell’agenzia oltre al debito netto che è il terzo maggiore fra tutti i paesi coperti dall’agenzia, dopo Giappone e Grecia, anche le “debolezze” nell’andamento della crescita e la bassa competitività. Diciamo che le varie agenzie di rating vogliono vederci bene e non si accontentano solo delle parole ma vogliono vedere fatti concreti che possano cambiare in modo non congiunturale la situazione economica del nostro paese.

Recommended For You

About the Author: Carlo Viscardi

Lascia un commento