Esino Lario ospiterà il congresso mondiale di Wikipedia - Ilmetropolitano.it

Esino Lario ospiterà il congresso mondiale di Wikipedia

Esino-Veduta-1

Stupore e curiosità ad Esino Lario, un paesino nell’entroterra Lecchese a strapiombo sull’omonimo lago. Perché questa reazione? Semplicemente perché dal 21 al 28 giugno di quest’anno, questo paese in cui risiedono 760 anime, circa, si terrà il raduno mondiale di Wikipedia, uno dei più rivoluzionari fenomeni nati sul web e arriveranno «contributori» dai cinque continenti. Ci si domanda come sia stato possibile per questo paese vincere la sfida con città metropolite a livello mondiale come Manila e subentrando a città delle dimensioni di Londra, Hong Kong, Mexico City. Una spiegazione prova a darla alle pagine del Corriere della Sera Iolanda Pensa: ricercatrice all’università di Lugano, africanista, contributrice di Wikipedia e soprattutto abitante di Esino Lario, la quale dichiara : ” Wikipedia era di per sé una scommessa impossibile, ma è stata vinta; noi a Esino Lario siamo entrati nello stesso spirito; La sfida che abbiamo lanciato voleva dimostrare che nell’era della condivisione, della conoscenza aperta a tutti, un evento può svolgersi indifferentemente in una città internazionale o in un paesino. In più è piaciuta l’idea che in un paese piccolo, a differenza di una grande città dispersiva, i partecipanti vivranno sempre a stretto contatto, al bar, in piazza e l’atmosfera sarà più friendly. Anche se scherzando ho detto che portare quassù per sette giorni mille ospiti, configura un sequestro di persona!». Wikipedia sarà anche virtuale, ma gli attivisti che risaliranno la montagna lecchese (a proposito, sono 12 chilometri di tornanti dal paese più vicino, Varenna) sono in carne e ossa e hanno esigenze molto concrete….” Le sfide per l’organizzazione e la gestione delle persone che approderanno a questo paese saranno molte, ma da buoni Lombardi, o meglio lecchesi, di certo non molleranno e porteranno a termine, vincendola, questa grande sfida per Esino Lario.

Recommended For You

About the Author: Carlo Viscardi

Lascia un commento