Oggi accettiamo il burkini e domani … cos’altro?!

burkiniE’ da questa mattina che sta impazzando l’ashtag #burkini, in relazione alle varie vicende che vedono punti di vista opposti, seppur in qualche modo tolleranti sul costume indossato dalle donne praticanti ed osservanti l’islam in maniera più severa. Il burkini è un “costume”, se così lo si vuol chiamare che si differenzia in todo dal bikini delle nostre donne che invece grazie a quest’ultimo ostentano la loro  forma fisica o anche la sensualità e la femminilità spesso insite nell’essere donna. Il burkini è, a parere di chi scrive una porcheria incredibile ed inguardabile, come direbbe forse il miglior Fatozzi  “è una cagata pazzesca”. Il burkini sarebbe  un’ imposizione culturale\religiosa volta a mortificare il corpo della donna e la sua imposizione dovrebbe essere per questo motivo vietata anche in Italia, come già avviene in altre democrazie progredite. E’ bene ricordare che Isis ed i terroristi jihadisti hanno poco a che vedere con il vero Islam che però dovrebbe essere impermeabilizzato per tenere lontani coloro che seminano odio e promettono terrore. Il cambiamento deve arrivare però dall’interno della comunità musulmana, devono essere le donne che, presa coscienza reale di quello che significhino le costrizioni alle quali sono spesso sottoposte, decidano spontaneamente di aderirvi o meno. Si potrebbe in ogni caso vietare anche nel nostro Paese in quanto ostentazione di appartenenza religiosa anche se Angelino Alfano ha detto che vietarlo «sarebbe una provocazione potenzialmente capace di attirare attentati», e nelle parole del Ministro si può anche ravvisare una prima grande, seppur coscienziosa, nostra sconfitta, non facciamo valere un “nostro principio” perché abbiamo timore di loro… e domani quale altra cosa saremo costretti ad accettare per non urtare la loro sensibilità?!

Recommended For You

About the Author: Fabrizio Pace

Born in Reggio Calabria (ITA) in 1972, I was a basketball player at a competitive level for many years until, my passion for the internet and for design has led me, after studies, followed by a master for WEB DESIGNER coordinated by one of the most important industries that create software in this area. I started as a freelancer in 2000 and then became the owner of my WEB AGENCY, www.globalnetservice.eu , which is primarily concerned with the creation of websites and networks. In 2010 I created, along with some friends, the daily online www.ilmetropolitano.it , on which I write occasionally, and which are currently the founder and manager