Bersani chiarisce, nessuna scissione ma totale libertà sui temi costituzionali

BERSANI
BERSANI

Roma 11/10/2016 14:00 – Il “contentino” che ieri il premier Renzi sembrava aver dato alla minoranza Dem del suo partito in merito alla revisione della riforma elettorale, “Italicum” per intenderci, sembra non aver sortito gli effetti desiderati. Sembrava che Renzi volesse “rinsaldare” il PD concedendo qualcosina, ma volendo ottenere l’incondizionato sì di tutti, facendosi quasi passare come il salvatore del partito lacerato e pronto alla scissione. Ebbene oggi Pierluigi Bersani mette i cosiddetti “puntini sulle I”. Per lui non esiste scissione o pericolo di scissione, “Il tema della scissione non esiste, invito tutti i commentatori a levarselo dalla testa. Nessuno mi butterà fuori dal mio partito, cioè da casa mia, ci può riuscire solo la Pinotti schierando l’esercito” (TgCom24).Medesima posizione per Roberto Speranza, che afferma: “Lavorerò con tutte le mie energie per tenere unito il Pd. Per me la scissione non esiste”. Bersani cerca di far capire come la pensa, affermando che non esiste, non è mai esistito né può esistere un vincolo di disciplina sui temi costituzionali. Questo da sempre e per qualsiasi partito. La pedale la sua considerazione per l’azione di ieri in merito all’Italicum : “Io ricavo dalla giornata di ieri che si vuol tirare diritto, visto che una commissione non si nega a nessuno. Se si tira diritto, non si può tirar diritto col mio sì. Si tirerà diritto con il mio no”, ha aggiunto sulla modifica della legge elettorale. E precisa: la minoranza del Pd “non farà l’Aventino sulla commissione Guerini. Una commissione non si nega a nessuno, ma non facciamoci illusioni…” A buon intenditor….

Recommended For You

About the Author: Carlo Viscardi