Anversa capitale europea del consumo di droga

La città belga è quella in cui si assumono più cocaina e amfetamine. Milano, assieme a città come Parigi e Lugano si trova invece tra i centri virtuosi

La città belga di Anversa è al primo posto per l’uso di cocaina nel 2016, con 914,8 mg per ogni mille persone al giorno. Seguono Londra 894,9 mg e Zurigo 722,5 mg. È quanto emerge dallo studio del Centro di monitoraggio europeo sulle droghe e le dipendenze. Lo studio è stato condotto sull’analisi delle concentrazioni delle sostanze nelle acque di scarico di 60 città europee, di 18 Paesi. Da esso si rileva che il consumo si intensifica nel fine settimana. Le più virtuose sono tre città finlandesi. Anche per quanto riguarda il consumo di amfetamine Anversa è al top della classifica, con 199,3 mg ogni mille persone al giorno. E’ seguita da due città tedesche Duelmen 117 mg, e Dortmund 150,4. Milano, assieme a città come Parigi e Lugano si trova invece tra i centri virtuosi, con livelli bassissimi, al di sotto della soglia di quantificazione. Per l’uso di metamfetamine è Bratislava a segnare il maggior consumo nel 2016, con 671,8 mg ogni mille persone al giorno, seguita da un’altra città slovacca Piestany 310,2 mg; e dalla ceca Budweis, 261,9 mg. I livelli di consumo per Milano sono abbastanza bassi 13,77 mg, mentre Parigi, Utrecht e Lisbona così bassi da essere sotto la soglia di quantificazione. L’ecstasy si consuma soprattutto nell’olandese Eindhoven 125,7 mg ogni mille persone al giorno nel 2016. Seguono Anversa 98,3 mg; e Oslo 94,8 mg. Un’altra ricerca dell’Istituto di Fisiologia Clinica del Consiglio Nazionale delle Ricerche di Pisa (Ifc-Cnr), evidenzia Giovanni D’Agata presidente dello “Sportello dei Diritti”, fotografia i consumi di stupefacenti in Italia. A livello regionale sono Sardegna ed Emilia Romagna ad occupare le prime posizioni per l’uso di quasi tutte le sostanze. In particolare l’Emilia detiene il primato per le droghe sintetiche (allucinogeni 3%, stimolanti 4%)  mentre la Sardegna per la cocaina (4%). Le 4 regioni dove più alta è la diffusione di cannabis sono Molise, Lazio, Sardegna e Marche (32%). Lazio, Sardegna, Campania hanno invece il record per la cannabis sintetica, la così detta Spice, Molise e Marche vedono i ragazzi preferire stimolanti ed eroina. La Toscana ha record per antidolorifici e psicofarmaci seguita dalla Basilicata, l’Umbria per gli stimolanti, inclusa cocaina di cui la regione principe resta però la Sardegna. E proprio a proposito di eroina, in testa alla classifica dei consumi ci sono Emilia, Toscana, Sardegna e Calabria.

c.s. – Giovanni D’Agata

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano