Secondo la Corte dell’Unione Europea gli stati membri non sono obbligati ad accogliere i migranti

Bruxelles 8:20 – Pronunciamento “fuori dalle righe” e si potrebbe dire quasi rivoluzionario da parte dell’alta corte dell’Unione Europea. A mettere in chiaro in termini di obblighi o meno in base alle direttive dell’UE ci pensa la Corte di Giustizia dell’Unione Europea. Infatti come recita una velina di Ansa : “Gli Stati membri non sono tenuti, in forza del diritto dell’Unione, a concedere un visto umanitario” ai profughi che “intendono recarsi nel loro territorio con l’intenzione di chiedere asilo, ma restano liberi di farlo sulla base del rispettivo diritto nazionale”. Una sentenza della Corte UE recita così : “il diritto Ue stabilisce solo le procedure e i requisiti per il rilascio dei visti di transito o per soggiorni previsti sul territorio degli Stati membri della durata massima di 90 giorni”. Ora se la Corte UE interpreta così le direttive europee, ci si viene da chiedere il perchè e le vere motivazioni dello stravolgimento di tali linee guida da parte degli ultimi governi nascosti dietro il “dito” della classica “scusa” ” l’Europa ce lo impone, siamo obbligati” o frasi  con questi toni. Chissà se un giorno lo scopriremo o no.

Recommended For You

About the Author: Carlo Viscardi