Valeriana Mariani: donna contemporanea

Valeriana Mariani Reggio Calabria

Oggi 8 marzo, festa della donna, abbiamo nostra ospite tra le pagine de ilMetropolitano.it Valeriana Mariani. Laureata in sociologia della comunicazione, è Fondatore & CEO del Magazine Donna Impresa oltre che Presidente presso Women for Women International. Si può sicuramente affermare che Valeriana incarna l’archetipo della donna moderna non solo famiglia e casa ma impegnata e rampante sul lavoro, nel sociale ed attenta ai particolari. In una sola parola “dinamica”.

Com’è nata l’idea di fondare il Magazine donna Impresa e quanto hai dovuto lavorare per portare avanti questo progetto?

L’inizio della mia attività professionale e del mio impegno a favore della valorizzazione del femminile è stata una scommessa. In origine la mia fonte d’ispirazione è stata quell’atmosfera obsoleta di rappresentare la donna come una sorta di caricatura. Mi spiego: non che io non apprezzi tutto il lavoro che nei decenni è stato fatto al fine di ricercare una pari dignità socio-politica-culturale delle donne, trovavo bensì però, già allora (e mi riferisco al mandato di Presidentessa di Donna Impresa per Confartigianato conferitomi poco più che ventenne), non appropriato circa il rivendicare una supremazia che non fosse per l’appunto quella del concorrere, nella leadership, con pari dignità. E’ stato quello un periodo (due legislature da presidente prima che rassegnassi le mie dimissioni) in cui ho maturato l’idea che La Donna dovesse avere un interlocutore che, sotto l’egida delle pari opportunità, riuscisse a “far breccia” in una società più moderna e “matura”… ovvero pronta ad accogliere le nostre istanze di donne come parte integrante della collettività. E’ un volere comunicare con tutte le donne con un linguaggio universale che si fonda sul principio della meritocrazia, il mio… e non basato sulla supremazia di un sesso biologico sull’altro. Quello che faccio da decenni con tutte le donne di ogni etnia, cultura, religione ed età, è il trasmettere loro spensieratezza, allegria e sicurezza; regalare loro la gioia di indossare qualcosa che le rende uniche: il loro essere donne con consapevolezza. L’amarsi è il primo passo. La leadership è qualcosa di immediatamente successivo all’accettazione di noi stesse, non può, in alcun modo prescinderla. Dire che ho dovuto lavorare molto è un eufemismo… ho lavorato instancabilmente negli anni, ma oggi ne sono orgogliosa. E questo grazie alle Donne che hanno creduto in me senza le quali il mio percorso sarebbe stato sterile.

Award International Woman

L’Università Americana Norman AcademyInc ti ha recentemente insignito con un importante riconoscimento, la “Medaglia Aurea” per l’editoria, relativa a Donna Impresa Magazine. Ci racconti i dettaglio del Premio?

“Donna Impresa Magazine” che oggigiorno a milioni di visualizzazioni in tutto il mondo, nasce anch’esso dall’intuizione di raccontare al mondo quanta “la bellezza delle Donne”. Sono loro, le Donne, le protagoniste indiscusse del Magazine; sono loro il mio punto di riferimento. Senza di loro, non sarei stata che l’ennesima rivista di moda, cucina, benessere ..etc. etc. che riempie copiosamente le edicole. Io ho fatto la differenza raccontando il percorso professionale e privato di tante donne che sono all’apice della carriera non lesinando mai di menzionare il sacrificio, e non ultime le sconfitte, che negli anni si sono susseguite nella conquista della leadership. Parlo di vita vera, non fiction. Giorno dopo giorno si cresce imparando, anche dell’altrui esperienza.

Sei anche la presidente di Confartigianato, quanto è difficile ancora oggi per una donna essere imprenditrice in Italia e le differenze che hai rilevato con gli altri paesi?

Valeriana Mariani Reggio Calabria

Il mio ruolo di Presidente di International Women che vanta anche il Premio Internazionale Donna di Successo (International Association Women Entrepreneurs and Business Leaders – Employment, Social Affaire & Equal Opportunities) e non di meno, l’essere Ambasciatrice della Moda nel Mondo, hanno fatto sì che io mi avvicinassi a tutte le culture. Vero che l’Italia è un po’ indietro rispetto a molti altri Paesi circa le pari opportunità… e su questo ovvio che influisca il nostro patrimonio culturale.

La donna è davvero il sesso debole?

No, macché (sorride la Mariani) tutt’altro direi. Siamo “toste” noi Donne.

Sei molto attenta alla tua terra, la zona di Porto San Giorgio hai delle idee per rilanciare l’economia locale?

Ho scelto di non candidarmi a Sindaco della mia città perché attualmente non vi sono le condizioni ideali. Resto però a disposizione affinché la rete di relazioni internazionali possano essere “utilizzate” in modo virtuoso al rilancio di Porto San Giorgio e ciò senza chiedere nulla in cambio… e questo direi che la dice lunga su di me…

Programmi per il tuo futuro prossimodonna libera di esprimere

Progetti futuri? Una moltitudine (ma di questo parleremo in maniera approfondita non appena avrò le date), partire dalla mia amatissima Porto San Giorgio e dalla vostra seducente, meravigliosa, terra … la Calabria per la quale sono stata Testimonial tanti anni e della quale conservo un ricordo meraviglioso che, solo a pensarci… scoppio in lacrime, tanto è il mio amore.

Recommended For You

About the Author: Fabrizio Pace

Born in Reggio Calabria (ITA) in 1972, I was a basketball player at a competitive level for many years until, my passion for the internet and for design has led me, after studies, followed by a master for WEB DESIGNER coordinated by one of the most important industries that create software in this area. I started as a freelancer in 2000 and then became the owner of my WEB AGENCY, www.globalnetservice.eu , which is primarily concerned with the creation of websites and networks. In 2010 I created, along with some friends, the daily online www.ilmetropolitano.it , on which I write occasionally, and which are currently the founder and manager