La sonda Cassini è arrivata alla fine del viaggio, inizierà a tuffarsi negli anelli di Saturno - Ilmetropolitano.it

La sonda Cassini è arrivata alla fine del viaggio, inizierà a tuffarsi negli anelli di Saturno

Saturno 11:45 – Come aprirebbe una puntata della celeberrima saga di Star Trek verrebbe da dire “Spazio 2017….” ma non si stà parlando di racconti fantascientifici né di saghe televisive, si stà parlando di realtà. La sonda Cassini, progetto nato in collaborazione tra Nasa, Agenzia Spaziale Europea (Esa) e Agenzia Spaziale Italiana (Asi) è arrivata al termine del suo tragitto. Il viaggio cominciò nel 2000 e in questi 17 anni, ha continuato a studiare il pianeta Saturno, motivo per cui fu lanciata. Da oggi, 26 aprile 2017 e per le 22 settimane successive la sonda, come ci ricorda Ansa.it, dovrà compiere manovre acrobatiche tra le particelle di ghiaccio e polveri, fino all’ultima ‘picchiata’ nell’atmosfera del pianeta, prevista per il 15 settembre. Questo “gran finale col botto” porterà Cassini a compiere una successione di orbite sempre più vicine al pianeta per andare a ‘bucare’ gli anelli e infine toccare l’atmosfera per analizzare in dettaglio la composizione. I tuffi risolveranno definitivamente i tanti dubbi sulla natura degli anelli di Saturno, in articolare capire se siano nati 4,5 miliardi di anni parallelamente alla nascita del pianeta oppure siano molto più recenti, i frammenti di una luna di ghiaccio andata in frantumi. Il primo tuffo è programmato per il 26 aprile, quando attraverserà uno degli anelli a una velocità di 122 mila chilometri orari. Durante questi 17 anni la missione ha infatti permesso tra le tante cose di scoprire l’esistenza di ‘culle’ per la vita negli oceani di Encelado e di scendere sulla superficie di Titano. E proprio per evitare di contaminare questi ambienti che potrebbero ospitare la vita la sonda verrà fatta ‘vaporizzare’ nell’atmosfera di Saturno.

Antonella Postorino

Recommended For You

About the Author: Antonella Postorino