Lazzaro (RC), tutti pensano a fare il Sindaco, ma nessuno pensa ai problemi del paese

Riceviamo e  Pubblichiamo

La struttura pubblica comunale adibita a servizi igienici situata nel piazzale delle Medaglie d’Oro, ex piazza Zagarella, di Lazzaro rimane abbandonata a se stessa e all’azione demolitrice dei vandali del paese. Non trovando altro da distruggere si è passati alla demolizione delle piastrelle delle pareti. Invero sono state demolite le piastrelle della parete all’entrata, ed è stato appiccato il fuoco le cui fiamme hanno interessato anche le pareti in alto nonché i fili elettrici contenuti nelle scatole di derivazione incassonate nel muro. Dal punto di vista igienico sanitario la situazione è peggiorata per la maggiore presenza di deiezioni umane e di animali che si rinvengono nelle rimanenti parti dei vasi sanitari e all’interno dei locali. Nell’area esterna alla struttura insistono i rifiuti di diversa tipologia. Perdura il pericolo determinato dall’incuria del contatore ENEL trifase attivo, collocato su un palo di cemento ad altezza uomo a qualche metro dalla succitata struttura, di cui la cassetta che lo contiene è priva di sportello di chiusura e i cavi elettrici non inguainati penzolano sotto il contatore. Lato mare del bocciofilo si sta completando un sottotetto in tavole, lo stato dell’arte fa pensare che il sottotetto potrebbe essere utilizzato da qualche persona “senzatetto” per trascorrere la notte. Dalla parete del rilevato della Ss 106 è stata realizzata una scala in legno che permette di raggiungere il sottotetto, ciò determina una ulteriore situazione di potenziale pericolo giacchè i ragazzi per gioco ci passano sopra rischiando di cadere nel vuoto. La Prefettura di Reggio Calabria con nota dello scorso 8 agosto 2016 ha trasmesso al comune di Motta SG l’esposto della scrivente associazione datato 3 agosto 2016, stante il notevole decorso temporale non sono stati adottati i dovuti provvedimenti per rimuovere i potenziali pericoli segnalati, né sono state collocate le porte per impedirne l’accesso alla struttura. Una situazione da terzo mondo che sicuramente non merita la popolazione di Lazzaro e che ci fa soltanto vergognare. Per quanto sopra è stato richiesto al Sindaco del Comune di Motta SG di voler eliminare, con la solerzia che il caso richiede l’inconveniente igienico sanitario e disporre che sia messo in sicurezza il contatore ENEL.Tale grave situazione persiste da oltre due anni.

Vincenzo CREA – Responsabile del Comitato spontaneo “Torrente Oliveto”  e Referente unico dell’ANCADIC Onlusi

Recommended For You

About the Author: PrM 1